Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Repsol Honda da record sul circuito di Sepang

Repsol Honda da record sul circuito di Sepang

Il team HRC, guidato da Casey Stoner, non smette di stupire e oltre a piazzare tutti i suoi piloti nelle prime tre posizioni, conquista con l'australiano il nuovo giro più veloce di sempre sul circuito malese.

I problemi in frenata sono stati il vero cruccio di Repsol Honda in questi due giorni di test a Sepang, secondo quanto ha dichiarato ai microfoni di motogp.com Shuhei Nakamoto, vice presidente di HRC. Ed in effetti, considerando i tempi fatti segnare da Casey Stoner, Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, verrebbe da dire che i freni i tre piloti "con le ali" li abbiano toccati ben poco.

L'australiano e lo spagnolo hanno infatti abbattuto il record della pista appartenente a Valentino Rossi 2009 (2'00.518), con Stoner più veloce di 347 millesimi di secondo e Pedrosa di 289. Operazione quasi riuscita anche per Dovizioso che si è fermato ad appena 0,013s dal crono del suo connazionale.

Quarto tempo per Ben Spies (Yamaha Factory Racing) che è stato però protagonista di una caduta nel finale di sessione (17,20 ora locale) all'altezza della curva numero 7. Nessun problema per il texano che non ha avuto la chance di migliore un tempo già competitivo, ma lontano quasi sette decimi dalla vetta.

Il Campione del Mondo Jorge Lorenzo completa la top five rimanendo l'ultimo pilota a correre sotto i 2'01 (2'00.931) con Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) vicinissimo allo spagnolo (+0.102s). Il numero 58 si è concentrato su sospensioni e freni per cercare di limitare la perdita di aderenza del posteriore proprio sul punto di frenata.

Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3), Hector Barberá (Mapfre Aspar) e Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), impegnato oggi sulle geometrie del telaio, completano la top ten, divisi tra loro di poco più di tre decimi.

Il gruppo Ducati, con Rossi out a causa della febbre, rimane lontano dai tempi migliori e Nicky Hayden, Randy de Puniet (Pramac Racing), Loris Capirossi (Pramac Racing) e Karel Abraham (Cardion AB) devono accontentarsi delle posizioni rimaste nella top15. Da segnalare una caduta senza conseguenze per il pilota ceco numero 17.

Toni Elias (LCR Honda) e Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) completano il gruppo MotoGP, entrambi a quasi tre secondi dai tempi di testa.

Tags:
MotoGP, 2011

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›