Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gresini: "Simoncelli inizia a far paura"

Gresini: 'Simoncelli inizia a far paura'

In un’intervista rilasciata a motogp.com, il proprietario del team San Carlo Honda Gresini fa il punto della situazione parlando della stagione in corso, della vicenda Simoncelli Lorenzo e del futuro del pilota italiano.

Archiviato il fine settimana del bwin Grande Prémio de Portugal, Fausto Gresini, ex pilota motociclistico due volte Campione del Mondo 125, ed il suo team, hanno prolungato la loro permanenza in terra lusitana in occasione dei test ufficiali MotoGP del lunedì.

Messa alle spalle la delusione per l’epilogo della gara di Marco Simoncelli, uno dei migliori del venerdì e del sabato, c’è stata così la possibilità di lavorare sullo sviluppo della moto, analizzando nuove componenti e nuove migliorie.

Al termine della giornata, il proprietario e Team Manager del Team Satellite Honda è stato raggiunto dai microfoni di motogp.com per un'intervista a tutto tondo: dall' inizio di stagione alla vicenda Simoncelli-Lorenzo, dalle prestazioni di Hiroshi Aoyama all'incombente 2012. Eccola in versione integrale...

È maggiore la delusione del podio mancato nelle ultime due gare o la felicità di avere un pilota competitivo?

Fausto Gresini:"Ovviamente la delusione c’è sempre quando non si riesce a raggiungere un risultato che ritieni possa essere alla tua portata. Nonostante tutto, c’è la consapevolezza di aver un pilota che ha raggiunto la maturità con l’arrivo di questa stagione, in grado di lottare con i primi della classe per le pole position e per i piazzamenti migliori. Siamo sicuri che prima o poi qualcosa di importante arriverà, quindi andiamo avanti sereni".

Parliamo dello ‘scambio di opinioni’ fra Marco e Jorge Lorenzo. Che ne pensi?

FG:"Sembra che ormai si sia creata questa ‘usanza’ che vede tutti i piloti bravi e competitivi battersi anche fuori dalla pista. Può starci, fa parte del gioco. Non mi sembra però che Marco in questi due anni in MotoGP sia stato un pilota scorretto, anzi".

Tutto questo perché forse Marco sta iniziando a far paura?

FG:"Io credo che ora Marco possa tranquillamente essere considerato uno di quei piloti con il potenziale vincente, capace di stare nel gruppo di ‘quelli tosti’, quindi è normale che inizi a far paura".

Lunedì è stata la giornata dei test ufficiali: soddisfatto dei risultati ottenuti?

FG:"Sono stati sicuramente dei test importanti e positivi. Abbiamo provato dei particolari sulla moto che sono piaciuti sia a noi che a Marco: gomme Bridgestone, nuove sospensioni e nuovi set-up. Lasciamo il Portogallo soddisfatti e sicuramente con meno rabbia di domenica".

Hiroshi Aoyama: senza dubbio un buon inizio di Campionato per lui...

FG:"Si, è un pilota che sta crescendo e sta facendo molto bene. L’ottavo piazzamento finale di domenica è certamente un’ulteriore prova. Quello che gli manca è solo un po’ d’esperienza: ora dovrà lavorare con la squadra e concentrarsi al massimo, così da poter raggiungere i suoi obiettivi".

Messi alle spalle i primi tre round, hai già idea di quale potrebbe essere un bel risultato finale per Simoncelli e Aoyama?

FG:"Noi speriamo che Marco possa fare buone gare. Il risultato sarà ovviamente importante, ma quello che più ci preme è fare sempre meglio, prendendo gara per gara. Per quel che riguarda Hiroshi, quello che vogliamo è dargli la possibilità di crescere, migliorare e maturare in MotoGP".

Il futuro: c’è già un piano per la stagione 2012 con l’arrivo della 1000?

FG:"La nostra idea è tenere Marco con noi per la prossima stagione: lui si trova bene con Honda e con il team Gresini. In questo momento ci stiamo lavorando e speriamo vivamente di poter continuare con lui".

Segui l'intervista di Fausto Gresini in questo video allegato di motogp.com.

Tags:
MotoGP, 2011, bwin GRANDE PREMIO DE PORTUGAL, Marco Simoncelli, Hiroshi Aoyama, San Carlo Honda Gresini

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›