Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pole numero 4 per Stefan Bradl

Pole numero 4 per Stefan Bradl

Il pilota tedesco partirà per l’ennesima volta davanti nel quarto round di domani. Con lui Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) e Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2).

L’uomo di Viessmann Kiefer Racing conquista a 10 minuti dal termine della sessione di qualifiche del Monster Energy Grand Prix de France la pole position numero 4 di questo 2011 con un crono di 1:38.357, ovvero 4 decimi meno del tempo fatto segnare ieri durante le FP2 (1:38.709).

Al centro, in prima fila, si accomoda Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) che, a pochi minuti dal termine, taglia il traguardo con 45 millesimi di ritardo rispetto al tedesco (1:38.402).

Completa la prima linea il giapponese di Gresini Racing Moto2, Yuki Takahashi, che nonostante le sessioni di libere in sordina, termina la sessione a soli 183 millesimi dal leader con un miglior tempo di 1:38.540.

Aleix Espargaro (Pons HP 40) si vede soffiare la pole quando mancano ormai 10 minuti alla conclusione, andando così a chiudere 4º con 1:38.560 (+0.203s). Con lui in seconda fila troviamo l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team) con un tempo di 1:38.655 (+0.298s), e il Campione del Mondo 125 in carica Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), 6º nonostante i problemi con la moto nel finale (1:38.679).

Terza linea con l’italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project) che, seppur avendo tolto quasi 2 decimi al tempo delle FP3 (1:38.706), va ad occupare la settima posizione affiancato dal connazionale Andrea Iannone (Speed Master), 8º con 1:38.799, e il pilota di Mapfre Aspar Team Moto2, Julian Simon, 9º con un tempo di 1:38.819.

Da segnalare, a 11 minuti dal termine, l’incidente che ha coinvolto i due piloti Bradley Smith (Tech 3 Racing) e Axel Pons (Pons HP 40): bandiera gialla e piloti obbligati a rallentare fino all’arrivo della bandiera verde.

Tags:
Moto2, 2011, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›