Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Doppieta Honda al vertice

Doppieta Honda al vertice

L’australiano si impone con autorità in Francia, seguito dal compagno di squadra Andrea Dovizioso. Pedrosa ha riportato la frattura della clavicola destra dopo una caduta causata da una manovra dubbiosa del pilota di San Carlo Honda Gresini.

Conclusione agrodolce per il team Repsol Honda: da una parte ci sono gli splendidi risultati di Casey Stoner e Andrea Dovizioso e dall’altra la seria lesione occorsa a Dani Pedrosa, che si è fratturato la clavicola destra in una caduta con l'italiano Marco Simoncelli, mentre era lanciato all’inseguimento del compagno australiano.

Il quarto round della stagione si è aperto con l'ottima partenza di Pedrosa, bravo a scattare dalla quarta casella e a conquistare la temporanea leadership dopo solo una curva. Partito bene anche Andrea Dovizioso, sempre attento e concentrato, che ha girato bene fino alla conquista, nelle tornate finali, dei 20 punti.

Dopo aver dominato tutte le sessioni di prove libere ed il warm up della domenica, Casey Stoner non ha impiegato troppo tempo a dominare la gara, ponendosi in prima posizione già dal secondo giro. L’australiano ha mantenuto un ritmo elevato per la durata di tutta la corsa, nonostante l’ombra di Pedrosa sempre più vicina: i due sono perfino riusciti a migliorare il record del circuito in più occasioni.

La coppia Repsol ha imposto la sua supremazia per una dozzina di giri, fino a quando l’australiano ha dato il via alla fuga aumentando, giro dopo giro, il distacco dal compagno, calato rispetto alla prima parte della gara. Ciò ha permesso a Marco Simoncelli di raggiungere Pedrosa e di porre fine alla sua corsa: una manovra aggressiva del pilota italiano non ha concesso a Dani lo spazio necessario per chiudere le proprie manovre costringendolo così alla caduta.

Nell’impatto Pedrosa s è fratturato la clavicola destra (la sinistra se la fratturò l’anno scorso in Giappone) mentre Simoncelli è stato punito con un 'ride-through' per la pericolosità della sua manovra.

Casey Stoner, Repsol Honda:
"È stato un weekend positivo. Dopo i test di Estoril abbiamo apportato solo qualche piccola modifica alla moto ed eravamo già pronti per questo circuito. Siamo partiti fiduciosi. Nelle prime tornate non è stato facile superare Dani perché era molto veloce e attento. Per un po' di giri non ha mai smesso di starmi addosso, impedendomi di racimolare vantaggio. A metà gara mi sono svegliato e da lì in poi è andato tutto per il meglio. Voglio rignraziare la squadra per tutto il duro lavoro e voglio fare gli auguri a Dani per una pronta guarigione".

Andrea Dovizioso, Repsol Honda:
"Sono molto contento di questo secondo posto: ci aiuta molto in chiave classifica e arriva in un periodo in cui i risultati ottenuti erano ben diversi da quelli sperati. Sin dall’inizio del weekend abbiamo lavorato bene con la squadra e sapevo che saremmo potuti salire sul podio. La battaglia con Valentino è stata incredibile: riuscire a superarlo è sempre un qualcosa di 'speciale' e uscire vincitore da una lotta regala sempre grosse emozioni. Adesso dobbiamo continuare con questo ritmo, la stagione è ancora lunga. Dani oggi è stato davvero sfortunato: spero si riprenda al più presto".

Dani Pedrosa, Repsol Honda:
"Stavo girando bene. L’obiettivo era salire sul podio e ce l’avevo quasi fatta. Simoncelli mi ha superato sul rettilineo e, giunti alla curva, ha chiuso la sua manovra senza lasciarmi spazio. Non ho potuto farci niente. Lascio il circuito con la clavicola rotta mentre lui si è beccato solo una penalizzazione. Fantastico! Eravamo appena usciti dall’incubo operazione chirurgica e adesso mi ritrovo rotto di nuovo. È una cosa ingiusta, non me lo merito".

Tags:
MotoGP, 2011, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE, Dani Pedrosa, Andrea Dovizioso, Casey Stoner, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›