Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I commenti del paddock sul caso Simoncelli-Pedrosa

I commenti del paddock sul caso Simoncelli-Pedrosa

L’incidente di questo pomeriggio fra Dani Pedrosa (Repsol Honda) e Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) ha suscitato clamore e reazioni contrastanti nel paddock.

Lo scontro tra i due piloti Honda ha costretto Pedrosa al ritiro dalla gara e da un’ipotetica lotta per le zone alte della classifica generale. Il catalano ha riportato la frattura della clavicola destra nell’incidente. La manovra di Simoncelli è stata giudicata pericolosa dalla direzione di gara che lo ha punito con un 'ride-through' che ha fatto scivolare l’italiano dalla seconda alla quinta posizione. Sotto sono riportate le opinioni dei diretti interessati, degli stretti collaboratori e di alcuni piloti della classe regina.

Dani Pedrosa, Repsol Honda
"Simoncelli mi ha superato sul rettilineo e, giunti alla curva, ha chiuso la sua manovra senza lasciarmi spazio. Non ho potuto farci niente. Lascio il circuito con la clavicola rotta mentre lui si è beccato solo una penalizzazione. Fantastico! Eravamo appena usciti dall’incubo operazione chirurgica e adesso mi ritrovo rotto di nuovo. È una cosa ingiusta, non me lo merito".

Marco Simoncelli, San Carlo Honda Gresini
"Provo a spiegarvi il mio punto di vista su quanto accaduto: Pedrosa era un po' in difficoltà, ed infatti in soli tre giri lo avevo avvicinato e superato, poi nel rettilineo mi ha risuperato ed io non volevo resistergli intenzionalmente, infatti dalla telemetria si legge che ho staccato nel punto esatto dei giri precedenti mentre credo lui abbia frenato molto prima ed io mi sono trovato all’esterno, all'entrata in curva, davanti a lui. Io non lo volevo chiudere e gli ho lasciato un metro dal cordolo per poter entrare ma ho visto che si è scomposto e malgrado io abbia tentato di raddrizzarmi, mi ha toccato nella gamba e nella ruota dietro, perdendo l’equilibrio e andando per terra. Ripeto, mi dispiace e sulla penalizzazione non voglio fare assolutamente polemica, anche se ritengo che sia conseguenza di tutto il rumore che si è fatto nei giorni precedenti".

Valentino Rossi, Ducati Team
"Secondo me questa volta Simoncelli ha un po' esagerato, forse è stato un po' troppo aggressivo. Dani non ha avuto spazio per fare nulla. Penso inoltre sia stato un errore facilmente evitabile: Simoncelli arrivava forte e quindi, anzichè sorpassare Dani in frenata, avrebbe potuto aspettare il giro successivo".

Alberto Puig, Manager di Dani Pedrosa
"È assolutamente scandaloso, spero che la sua squadra si renda conto di che persona è Simoncelli; mi auguro che la commissione prenda provvedimenti seri perchè non è la prima volta, era stato già avvertito ad Estoril. Anche Lorenzo ha provato a dirgli la sua, ma a quanto pare sembra non dare retta a nessuno. Avete visto tutti cosa è successo oggi: tanto per cominciare la manovra era sbagliata, perché Dani stava proseguendo sulla sua strada, ma Simoncelli lo ha provocato e forzato. Seconda cosa, un pilota oggi si è rotto un osso, e c’è poco da scherzare: è un fatto grave".

Nicky Hayden, Ducati Team
"Ho avuto modo di dare solo un’occhiata veloce a quanto accaduto, quindi non sono proprio sicuro di come sia andata l’intera dinamica. È una questione che devono risolvere fra di loro, non hanno bisogno di pareri esterni perché sicuramente ognuno avrà la sua al riguardo. Due piloti che girano veloci e sono disposti a dare tutto, cose che possono succedere".

Livio Suppo, HRC Communication and Marketing Director
"Onestamente, penso abbia commesso un errore: può succedere. Purtroppo ha portato pessime conseguenze, visto anche che Pedrosa gli era davanti e Simoncelli gli ha chiuso la porta in faccia impedendogli ogni mossa".

Casey Stoner, Repsol Honda
"Non ho ancora avuto modo di vedere l’incidente quindi al momento mi è impossibile dare un giudizio".

Andrea Dovizioso, Repsol Honda
"Non ho ancora visto il video, quindi non posso pronunciarmi al riguardo". Parlando di un episodio simile verificatosi durante una battaglia con Jorge Lorenzo, l’italiano ha poi aggiunto: "La cosa importante da capire è se questa è stata una mossa volontaria o se si è trattato solo di una frenata in ritardo. Non si scherza su queste cose. Quando un pilota sopraggiunge da dietro in ritardo, non hai modo di accorgertene e non è per niente piacevole mentre sei concentrato sulla tua gara".

Tags:
MotoGP, 2011, MONSTER ENERGY GRAND PRIX DE FRANCE

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›