Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bridgestone analizza il GP di Catalogna

Bridgestone analizza il GP di Catalogna

Il Gran Premi Aperol de Catalunya si prospetta come uno dei più impegnativi per il fornitore officiale di pneumatici MotoGP.

La quinta prova in programma sul calendario 2011, il Gran Premi Aperol de Catalunya, si svolgerà in questo fine settimana sul circuito di Montmeló, a circa 40 km da Barcellona.

Per gli pneumatici posteriori Bridgestone, questa sarà sicuramente una delle gare più difficili, a causa delle temperature molto elevate generate dal layout prevalentemente destro del circuito.

Con otto curve a destra, la maggior parte dei quali veloci e scorrevoli, Catalogna richiede alle gomme posteriori parecchio sforzo su quel lato: nello specifico, la curva 3 e le tre curve finali sono quelle che richiedono un lavoro maggiore agli pneumatici, perchè sono lunghe e veloci.

Una buona uscita dall'ultima curva che precede il lungo rettilineo è fondamentale: ciò comporta il raggiungimento di un'alta temperatura nella spalla destra degli pneumatici posteriori a seguito dell'accelerazione brusca di metà curva. Altro discorso invece per le cinque curve a sinistra, più lente e molto meno impegnative per questo lato delle gomme.

Sul circuito catalano, Bridgestone affronterà le alte temperature della spalla destra utilizzando i suoi pneumatici slick asimmetrici per il posteriore: questi saranno disponibili sia con mescola media che con mescola dura. Entrambi saranno poi corredati dalla mescola morbida Bridgestone nella spalla sinistra per conciliare le esigenze del circuito di Catalunya.

Il tracciato è meno severo con il pneumatico anteriore: la prevalenza di curve a destra si fa sentire, ma il carico sul centro della gomma in frenata è inferiore a causa della natura veloce e scorrevole della pista. Bridgestone per l'anteriore ha scelto la stesse mescole medie e dure utilizzate a Jerez. In caso di pioggia, per la prima volta in questa stagione, Bridgestone ha selezionato la mescola dura da bagnato.

Hirohide Hamashima, Assistant to Director - Motorsport Tyre Development Division
"Catalunya è una pista scorrevole, ma con un'alta velocità che genera temperature maggiori nella spalla destra degli pneumatici a causa della conformazione del circuito. La curva numero 3 e la parte finale portano a temperatura molto elevate nelle gomme posteriori, rendendo quello di Catalogna uno dei circuiti più difficili dal punto di vista pneumatici".

"La pista prevede otto curve a destra, la maggior parte delle quali lunghe e veloci, e solo cinque curve a sinistra, per lo più lente, e vi è quindi un significativo squilibrio tra le temperature raggiunte dagli pneumatici posteriori nelle spalle destra e sinistra. Proprio per questo motivo abbiamo scelto le slick posteriori asimmetriche per bilanciare questa particolare esigenza. Abbiamo analizzato attentamente i dati della gara dello scorso anno e le scelte degli pneumatici fatte arrivando così alla scelta finale di posteriori più morbidi quest'anno".

Tags:
MotoGP, 2011, GRAN PREMI APEROL DE CATALUNYA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›