Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stefan Bradl vince anche sotto la pioggia

Stefan Bradl vince anche sotto la pioggia

Il tedesco del team Viessmann Kiefer Racing si riconferma leader della classe intermedia conquistando la sua quarta vittoria stagionale a Silverstone. Secondo Bradley Smith (Tech 3 Racing), terzo Michele Pirro (Gresini Racing Moto2).

Il vincitore della gara 125 dello scorso anno, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) scatta male dalla griglia di partenza e sprofonda fino alla tredicesima posizione: ne approfitta il leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) che con questa quarta vittoria del 2011, prende il largo nella classifica generale aumentando notevolmente il vantaggio sul resto del gruppo.

Partito dalla ventottesima piazza il pilota di casa Bradley Smith (Tech 3 Racing) macina lentamente terreno giro dopo giro e riesce a piazzarsi alle spalle di Bradl quando mancano 8 giri al traguardo. Primo podio stagionale per l’inglese.

Sale sull’ultimo gradino del podio l’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) abile a rimanere concentrato e paziente per tutta la durata della gara: l’italiano continua la sua corsa alle spalle del gruppo di testa e approfitta al volo delle cadute di Mattia Pasini e Kenan Sofuoglu per conquistare la sua prima comparsa sul podio.

Termina appena sotto la top3 il vincitore della gara Moto2 del 2010, il francese Jules Cluzel (NGM Forward Racing) che mantiene la posizione guadagnata nel turno di qualifiche di ieri e mette a referto preziosi punti in ottica Campionato.

Un altro inglese si accomoda nel gruppo dei primi 5 finalisti: si tratta di Scott Redding (Marc VDS Racing Team), che scattato dalla seconda piazza della griglia di partenza perde terreno tagliando la linea d’arrivo con 23 secondi di ritardo rispetto al vincitore tedesco.

L’ordine d’arrivo finale prevede in sesta posizione lo spagnolo Esteve Rabat (Blusens-STX), per lui sono ben 14 i posti guadagnati, il giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), che partito dalla 12esima piazza conclude 7º, Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP), giunto 8º alla linea del traguardo nonostante la sfortunata caduta a 7 giri dal termine che gli ha impedito di continuare la lotta per il podio, il colombiano Yonny Hernandez (Blusens-STX), 9º all’arrivo, ed infine l’italiano Simone Corsi di Ioda Racing Project, sulla decima riga dello schieramento finale.

Le condizioni pessime del tracciato hanno fatto non poche vittime: l’altro italiano del team Ioda Racing Project, Mattia Pasini, si vede costretto ad abbandonare il sogno di un possibile podio per uno scivolone fuori pista ad 11 giri dalla conclusione. Stessa sorte per Raffaele De Rosa (SAG Team), Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), Carmelo Morales (Desguaces La Torre G22) e Pol Espargaro (HP Tuenti Speed Up).

Tags:
Moto2, 2011, AIRASIA BRITISH GRAND PRIX, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›