Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bridgestone all'opera

Bridgestone all'opera

Dietro le quinte di un weekend di gara con Rizla Suzuki e il suo partner Bridgestone.

Tutto si riduce al giorno della gara. Tutta la preparazione, la fatica, il sudore, le lacrime sono riassunti nei 45 minuti o 120 chilometri della domenica pomeriggio. Però questo è solo ciò che vedono gli occhi esterni...

La verità è che la domenica rappresenta solo il culmine di tutto il duro lavoro svolto nei giorni e nelle settimane prima da Rizla Suzuki e dai suoi collaboratori.

Un ruolo fondamentale nelle performance e nel risultato finale lo svolgono gli pneumatici Bridgestone usati da Alvaro Bautista. La collaborazione fra Suzuki e Bridgestone è una delle più durature del paddock, essendo nata nel 2004 quando Bridgestone era solo al terzo anno in MotoGP.

Ma come avviene la collaborazione fra Bridgestone e la squadra? La casa fornitrice degli pneumatici comincia a lavorare con il team dal giovedì prima della gara. Yukihiko Kubo, ingegnere Bridgestone responsabile per Alvaro e Suzuki, ci spiega il suo ruolo.

"Comincio a lavorare con gli ingegneri Suzuki dal giovedì prima di ogni Gran Premio" afferma Kubo. "È importante che prima che Alvaro scenda in pista ognuno conosca le mescole per le gomme a disposizione. Lavoro con Alvaro solo da un anno ma c'è un buon feeling fra noi ed è sicuramente una cosa importante dalla quale partire”.

"Ci sediamo con gli altri ingegneri della squadra per programmare tutto il weekend. Illustro con attenzione le scelte riguardanti le mescole e le differenze rispetto all'anno scorso, ed esprimo la mia opinione su quella che noi di Bridgestone riteniamo l'opzione migliore per la gara".

Bridgestone è il fornitore ufficiale degli pneumatici per la MotoGP dal 2009 e, secondo i regolamenti imposti in quell'anno, ogni pilota ha a disposizione 18 slick (otto anteriori e dieci posteriori) e otto gomme da bagnato per ciascun fine settimana. La FIM ogni giovedì fornisce le gomme a ciascun pilota contrassegnadole con un codice unico riconosciuto sia da Bridgestone che da FIM.

"Dopo aver organizzato il piano per tutto il weekend, abbiamo finalmente una chiara idea di quando Alvaro userà ciascuna delle mescole scelte" aggiunge Kubo. "Al termine di ogni giornata mi ritrovo poi con la squadra per discutere dei progressi o degli eventuali problemi riguardanti il piano d'azione prefissato. Sessione dopo sessione raccogliamo sempre più dati sulla temperatura e sulla pressione degli pneumatici e in base a questi capiamo in che direzione andare ad operare".

Dopotutto, due pneumatici Bridgestone sono ciò che collega la Suzuki GSV-R con l’asfalto, e giocano quindi un ruolo chiave nel trasformare gli sforzi del team in risultati sulla pista. Nonostante la presenza di un fornitore unico, l’importanza di Bridgestone è fuori discussione e Suzuki è onorata di poter vantare una collaborazione così stretta.

Comunicato Stampa Suzuki Racing

Tags:
MotoGP, 2011, Rizla Suzuki MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›