Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Cattedrale regala a Spies la prima vittoria in MotoGP

La Cattedrale regala a Spies la prima vittoria in MotoGP

L’americano del team Yamaha Factory Racing conduce una gara in solitaria che lo porta alla conquista della prima vittoria della sua carriera in MotoGP. Secondo Casey Stoner (Repsol Honda), terzo Andrea Dovizioso (Repsol Honda).

Classe regina che scende in pista per il settimo appuntamento della stagione 2011, l’Iveco TT Assen. Dalla griglia di partenza scatta bene l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing) che si mette subito alle spalle Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), detentore della pole position. Fa ancora meglio l’attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) che esce largo dalla quarta piazza e va a prendersi la momentanea leadership.

Per sua sfortuna dura solo poche curve: il compagno di squadra Ben Spies è abile ad infilarsi in curva e a piazzarsi davanti all’intera classe, e mentre tenta di seguirlo, Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) perde il controllo della moto, andando a terra e portando con se Lorenzo.

I due però non perdono tempo e rientrano subito in pista: Lorenzo (Yamaha Factory Racing) risale dalla 13esima alla sesta posizione, mentre Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) dalla 14esima passa alla nona.

Ad approfittare della caduta sono i due piloti Repsol Honda Casey Stoner e Andrea Dovizioso: l’australiano prova ad inseguire l’uomo del team Yamaha Factory Racing ma deve arrendersi davanti al progressivo aumento di gap che si accumula fra i due. Secondo posto finale per Casey Stoner (Repsol Honda) e 20 preziosi punti in ottica Campionato.

L’italiano suo compagno di squadra, Andrea Dovizioso, rimane sempre agganciato alla terza posizione, proseguendo la sua gara fino al passaggio sotto la bandiera a scacchi. Per lui un ritorno sul podio dopo il 3º posto conquistato del 2006 in 250.

Ottima la prova dell’italiano Valentino Rossi (Ducati Team), autore di una straordinaria partenza che dopo un giro lo vede passare dall’undicesima alla sesta piazza. L’italiano cura il gruppo di testa e al 4º giro riesce ad avanzare in quinta posizione, alle di Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3). Questione di minuti e il pilota del team Ducati riesce a superare anche il giovane esordiente inglese, accomodandosi in quarta posizione e continuando fino al passaggio finale sul traguardo.

Il suo campagno di squadra Nicky Hayden (Ducati Team) parte bene, rimanendo sempre nel gruppo degli inseguitori fino a terminare la prova in quinta posizione. Dopo aver superato ben 7 piloti, il Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) si ferma in sesta posizione, seguito dall’americano del Monster Yamaha Tech 3 Colin Edwards.

Hiroshi Aoyama (Repsol Honda), sostituto dell’infortunato Dani Pedrosa, è l’8º a tagliare il traguardo, seguito dal suo compagno di squadra nel team San Carlo Honda Gresini, Marco Simoncelli.

L’ordine d’arrivo vede poi tre piloti spagnoli, Toni Elias (LCR Honda) è 10º, Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) è 11º, mentre Hector Barbera (Mapfre Aspar Team) chiude 12º.

A completare lo schieramento ci pensano Kousuke Akiyoshi (San Carlo Honda Gresini), sostituto di Hiroshi Aoyama, e Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), penalizzato da un rientro ai box per problemi tecnici nella parte anteriore della moto verso la metà della gara.

Abbandonano prematuramente la gara l’esordiente ceco Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), caduto all’altezza della curva numero 16, e il francese del team Pramac Racing Randy De Puniet, giù alla curva numero 2.

Tags:
MotoGP, 2011, IVECO TT ASSEN, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›