Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Al Mugello gara in rimonta per Rossi e Hayden

Al Mugello gara in rimonta per Rossi e Hayden

Nell’ottavo appuntamento della stagione 2011, il Gran Premio d’Italia TIM, i due piloti del team Ducati sono stati entrambi protagonisti di un inseguimento durato 23 giri.

Valentino Rossi è rimasto attardato allo spegnimento del semaforo ritrovandosi tredicesimo alla fine del primo giro ma, sostenuto da un tifo incredibile, ha progressivamente recuperato sul gruppo di piloti che lo precedevano fino a risalire alla sesta posizione. Il pilota italiano in gara ha girato sul suo passo migliore di tutto il fine settimana, grazie ad una modifica dell’assetto trovata dai suoi tecnici prima del warm up.

Nicky Hayden è invece scattato molto bene al via passando subito in quinta posizione ma una ‘staccata’ fuori linea, nella parte sporca dell’asfalto, lo ha fatto finire fuori pista dove è rientrato ultimo. Ha poi recuperato fino alla decima posizione, deluso per l’occasione persa ma fiducioso per il lavoro fatto nel fine settimana che gli ha permesso di trovare un buon feeling con la sua GP11.

Valentino Rossi, Ducati Team
“Abbiamo una moto diversa sotto molti aspetti da quella con cui abbiamo iniziato la stagione, una moto che pensiamo vada ulteriormente sviluppata dal punto di vista tecnico ma che già in questa fase ha ancora un buon margine di miglioramento di puro set-up. Il meteo non ci aveva aiutato ad Assen e non lo ha fatto qui, limitando il tempo a disposizione per lavorarci durante il fine settimana e quindi, anche questa volta, domenica mattina abbiamo tentato una modifica importante di assetto. È stato un passo in avanti, in gara sono stato in grado di tenere un ritmo migliore delle prove anche se, migliorando il comportamento della moto in curva, abbiamo perso un po’ di ‘grip’. In ogni caso pensiamo sia una direzione sulla quale possiamo lavorare in futuro per quanto riguarda la messa a punto. In partenza ho perso tempo perché la frizione non ‘staccava’ bene e alla prima curva sono arrivato quasi ultimo e ho dovuto recuperare. Peccato perché quest’anno con la Ducati sono sempre riuscito a fare delle buone partenze. In ogni caso non so quanto sarei riuscito a stare con Spies e Simoncelli anche se fossi partito meglio. Il distacco sul giro è stato minore rispetto ad Assen, e questo è positivo, ma è ancora molto alto, circa otto decimi. Per stare con Honda e Yamaha dobbiamo continuare a lavorare. Lo stiamo facendo tutti, noi in pista e i ragazzi in Ducati. Certo è una condizione difficile, impegnativa ma arrivare qui al Mugello e vedere così tante bandiere e il tifo sempre uguale è una grande emozione e ci dà la spinta per cercare di tornare lì davanti”.

Nicky Hayden, Ducati Team
“Oggi ho fatto la miglior partenza da inizio stagione, ero quinto alla prima curva e la moto andava bene. Anche le gomme sono entrate subito in temperatura e mi sono detto che dovevo rimanere lì con i primi. Poi, all’ingresso della prima curva del secondo giro non ho frenato, o meglio la moto si è scomposta, ho perso un attimo e sono finito nella parte sporca della pista. Pensavo di essere riuscito a salvarmi e invece sono finito sulla sabbia. Mi sono ritrovato ultimo, ma riuscivo a girare su un buon ritmo e questo mi ha permesso di recuperare qualcosa. Che peccato. È facile dirlo ora ma penso che senza quell’errore avrei davvero potuto fare una bella gara per il team e per me. Il pubblico è stato fantastico, come sempre è speciale correre qui per la Ducati. In ogni caso c’è un’atmosfera positiva intorno a noi, un grande supporto e un gran lavoro da parte di tutti. Penso che alla lunga tutto questo pagherà”.

Comunicato stampa Ducati Team.

Tags:
MotoGP, 2011, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM, Valentino Rossi, Nicky Hayden, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›