Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Nicolas Terol sale sul gradino più alto del Mugello

Nicolas Terol sale sul gradino più alto del Mugello

Nella classe cadetta va in scena una bellissima battaglia dalla quale esce vincitore Nicolas Terol (Bankia Aspar). Secondo Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), terzo Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing).

Sole alto nel cielo e nuvole praticamente assenti: con queste condizioni, prende il via il Gran Premio d’Italia TIM della classe cadetta. Dalla griglia di partenza scattano bene Luis Salom (RW Racing GP) e Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), mentra perde qualcosa il detentore della pole Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo).

Dal centro della seconda fila, l’attuale leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar) è autore di un avvio strepitoso che lo vede posizionarsi subito davanti all’intero gruppo, con il francese Zarco che rimedia alla partenza poco brillante, incollandosi come un’ombra allo spagnolo in testa.

Al 18º giro le prime due cadute della gara: vanno giu l’inglese Harry Stafford (Ongetta-Centro Seta) e lo spagnolo del team Bankia Aspar Adrian Martin, lanciato dalla nona piazza della griglia di partenza.

Una tornata dopo, mentre Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing) scivola fino alla settima posizione, dalle retrovie si fa vedere il suo compagno di squadra Maverick Viñales, che risale la classifica sorpasso dopo sorpasso fino a mette Luis Salom (RW Racing GP) alle sue spalle conquistando così il terzo posto, subito dietro alla coppia Terol-Zarco lanciatissima in testa e staccata di circa 3.5 secondi.

La battaglia nelle prime posizioni del gruppo si fa sempre più accesa, con la coppia spagnolo-francese che aumenta il proprio distacco sul resto del gruppo portandolo fino a quasi 6 secondi quando mancano 7 giri al termine.

Giunti a metà della gara, la situazione in pista vede 3 gruppi principali: quello di testa con la coppia Terol-Zarco, quella degli inseguitori capitanata da Maverick Viñales e il resto dei piloti della classe guidato dall’altro blusens sergio gadea.

Proprio appena superata la metà, sale in cattedra Johann Zarco che prima abbatte il record sulla pista fatto segnare nel 2010 da Bradley Smith e poi scalza Nicolas Terol dal primo posto, ponendosi al comando del gruppo.

Subito dietro continua il duello per la terza posizione fra Maverick Viñales ed Efren Vazquez: il pilota del team Avant-AirAsia-Ajo riesce a salire in terza piazza a 5 giri dal termine, ma solo due giri dopo il giovane talento del Bulsens by Paris Hilton Racing, si riprende ciò che era suo fino a poco prima.

Caduta eccellente a 3 giri dal termine: il pilota tedesco Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), secondo nella classifica generale, finisce sulla ghiaia perdendo così una preziosa occasione per il prosieguo della stagione.

Quando mancano ormai poche curve al traguardo, la coppia Zarco-Terol continua la propria marcia in solitaria: il francese tiene a bada l’avversario per tutta la lunghezza del circuito toscano ma si deve arrendere sul rettilineo finale, dove l’Aprilia di Terol è più veloce e regala la quinta vittoria del 2011 al pilota del team Bankia Aspar.

Penalizzato dalla commissione di gara il tedesco di Intact-Racing Team Germany Sandro Cortese, per un contatto con lo spagnolo Sergio Gadea a pochi metri dal traguardo: 12esima posizione finale per lui.

Tags:
125cc, 2011, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›