Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner il più veloce dei test del Mugello

Stoner il più veloce dei test del Mugello

L’attuale leader del Campionato è stato il più rapido della giornata di test ufficiali tenutasi oggi sul circuito toscano.

Accompagnati da condizioni meteo favorevoli, più della metà dei piloti della classe regina sono scesi in pista per i test ufficiali MotoGP. Casey Stoner, attualmente in vetta alla classifica generale, è stato il più veloce della sessione con un miglior crono di 1:47.326, ovvero sei decimi meno del tempo sul giro che gli è valsa la pole nella gara di domenica.

Il pilota Repsol Honda, che ha provato un nuovo forcellone, è stato protagonista di un piccolo incidente alla curva numero 1 durante la mattinata, ma è riuscito comunque a completare 47 giri nell'arco dell'intera giornata. Subito sotto di lui nella tabella dei tempi Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini): l'italiano, occupato nel ricercare una soluzione per alcuni problemi di grip riscontrati domenica, è stato l'unico a seguire Stoner sotto la barriera dell'1:48, con il suo 1:47.422.

Andrea Dovizioso ha messo a referto un 1:48.061, a 735 millesimi dal tempo del compagno di squadra australiano. Con l'ultimo pilota Repsol Honda, Dani Pedrosa, il trio ha approfittato dell'occasione per testare alcune novità nell'elettronica delle loro RC212V. Pedrosa, tornato nella competizione Mondiale dopo aver saltato gli ultimi 3 appuntamenti, ha chiuso la sua giornata poco prima delle 13, dopo aver completato 26 giri con un miglior tempo di 1:49.015.

L'esordiente Karel Abraham, nonostante una caduta senza spiacevoli conseguenze occorsa in mattinata, ha portato a termine 46 giri del tracciato. Il ceco del team Cardion AB Motoracing ha chiuso con il quinto miglior risultato della giornata, sfruttando l'occasione per lavorare sulle sospensioni nell'anteriore e sulle alcune posizioni di guida.

Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) ha fatto segnare il settimo tempo più rapido della giornata in sella alla sua GSV-R, con una nuova mescola per lo pneumatico anteriore ed alcune variazioni nell'elettronica, mentre Randy De Puniet (Pramac Racing) ha sperimentato un'evoluzione del telaio della sua Desmosedici, e, come lui, il pilota del team Mapfre Aspar Hector Barbera. Il francese e lo spagnolo hanno chiuso rispettivamente in ottava e quarta piazza.

Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), ancora provato dall'incidente del round olandese di due settimane fa, è il numero nove della tabella dei tempi, e va a completare la top ten con Sylvain Guintoli. Il francese, la cui ultima comparsa in MotoGP risale al 2008, ha girato in sella alla Desmosedici di Loris Capirossi, in veste di possibile candidato alla sostituzione dell'italiano in caso di mancato recupero per il prossimo appuntamento del Sachsenring.

Guintoli, il cui unico obiettivo principale è stato riacquisire confidenza con una 800, ha fatto registrare un crono di 1:52.398, ed ha poi ceduto il turno al pilota Moto2 Andrea Iannone, per la prima volta in sella ad un prototipo della classe regina.

Sulla pista anche un altro pilota Moto2, Mika Kallio, che ha girato sulla Suter 1000 del team Marc VDS, attualmente in fase di sviluppo in vista della prossima stagione. Kallio ha completato più di 60 giri nell'arco della giornata, con un miglior tempo di 1:53.668.

Tags:
MotoGP, 2011, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›