Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Classe regina al Sachsenring per l'inizio della seconda metà della stagione 2011

Classe regina al Sachsenring per l'inizio della seconda metà della stagione 2011

L'eni Motorrad Grand Prix Deutschland di questo fine settimana segna l'esatta metà della stagione MotoGP 2011, con il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo che proverà a colmare il gap che lo separa dall'attuale leader della classifica generale Casey Stoner.

Dopo un weekend di pausa la classe regina torna con due appuntamenti successivi, il primo dei quali sarà l'eni Motorrad Grand Prix Deutschland. Il Sachsenring segue i round di Assen e del Mugello, entrambi vinti dalle Yamaha, che hanno permesso a Jorge Lorenzo, numero 1 in Italia, di ridurre il distacco in classifica da Casey Stoner a 19 punti.

Gli ultimi risultati hanno nuovamente riaperto il Campionato, con l'australiano ad occupare la linea più alta della classifica generale grazie alle sue tre vittorie consecutive di Le Mans, Catalunya e Silverstone. Anche se non è riuscito a salire sul gradino più alto del podio ad Assen e al Mugello (il round italiano ha segnato la sua top3 numero 50 nella massima categoria), Stoner rimane il portabandiera del team Repsol Honda.

Grazie alla vittoria del Mugello, Jorge Lorenzo ha eguagliato il numero di GP vinti (37) da Jorge Martínez 'Aspar' e, con l'ex pilota diventato ora Team Manager, occupa ora il secondo posto nella lista dei piloti spagnoli che vantano il maggior numero di successi, subito dietro Angel Nieto. Il Sachsenring rappresenta uno dei due circuiti del calendario attuale in cui Lorenzo non ha ancora centrato la vittoria finale in ogni categoria, ma il secondo piazzamento delle ultime due stagioni aumenta la fiducia del pilota maiorchino per un suo ritorno da leader nella classifica generale.

Il secondo pilota Repsol Honda Andrea Dovizioso ha gli occhi puntati su Jorge Lorenzo e Casey Stoner: il suo obiettivo sarà cercare di ridurre il più possibile il divario che lo separa dalle posizioni alte della classifica. L'italiano non è ancora riuscito a salire sul podio al Sachsenring, ma i tre podi conquistati nelle ultime tre gare rappresentano una buona iniezione di fiducia. Il suo connazionale Valentino Rossi è il pilota che vanta il maggior numero di vittorie al 'nuovo' Sachsenring (il circuito è stato nuovamente ricostruito nel 1998) grazie alle 5 vittorie nelle diverse categorie, 4 delle quali in MotoGP. L'anno scorso rientrò dall'infortunio proprio con l'appuntamento tedesco, e nel prossimo fine settimana l'uomo di Ducati farà registrare la sua partenza numero 250, record detenuto solo da altri cinque piloti prima di lui.

Come Rossi, il suo compagno di squadra Nicky Hayden si concentrerà sulla conquista del secondo podio della stagione, con il collega americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing) pronto a sfruttare la striscia di risultati positivi finora messi a segno. Tornato all'appuntamento italiano del Mugello, Dani Pedrosa, vincitore della gara del Sachsenring dello scorso anno, continuerà la ricerca della forma fisica ideale: con i suoi compagni di squadra, proverà ad incrementare il numero di successi ottenuti dalla casa giapponese sul circuito tedesco dall'introduzione delle quattro tempi nel 2002. Negli ultimi nove anni, Honda ha collezionato 5 vittorie, Yamaha 3 e Ducati 1. Particolare curioso, negli ultimi tre anni tre differenti squadre hanno conquistato la vittoria finale sul tracciato tedesco: Ducati con Stoner nel 2008, Yamaha con Rossi nel 2009 e Honda con Pedrosa lo scorso anno.

Continua l'attesa del primo podio nella classe regina per Marco Simoncelli, scattato dalla prima fila nelle ultime sei gare ma ancora a secco di piazzamenti in top3. Il suo compagno di squadra nel team San Carlo Honda Gresini, Hiroshi Aoyama, saltò la gara della scorsa stagione a causa di un infortunio, e proprio per lo stesso motivo si presenterà in Germania con ancora addosso il dolore della caduta di Assen.

La coppia Monster Yamaha Tech 3, Colin Edwards e Cal Crutchlow, ha sperimentato fortune alterne al Mugello, con l'americano giunto nono e il rookie britannico costretto ad abbandonare la gara. Edwards si presenta al Sachsenring con il quarto posto del 2007 come miglior risultato, mentre per Crutchlow questo sarà l'ennesimo nuovo circuito. Héctor Barberá (Mapfre Aspar) e Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) proveranno a conquistare punti preziosi, mentre il pilota LCR Honda Toni Elias cercherà la giusta ispirazione dalla bella vittoria tedesca dello scorso anno in Moto2. Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) e Randy De Puniet (Pramac Racing), vogliono riscattarsi dopo l'esperienza poco entusiasmante del Mugello, mentre il francese Sylvain Guintoli rimane in attesa di capire se dovrà o meno sostituire Loris Capirossi, ancora in dubbio per il GP del fine settimana.

Tags:
MotoGP, 2011, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›