Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Risultati incoraggianti e sostituzioni per Pramac

Risultati incoraggianti e sostituzioni per Pramac

Conclusa la sessione mattutina Loris Capirossi ha scelto di non continuare il weekend dell'eni Motorrad Grand Prix Deutschland, cedendo così il posto a Sylvain Guintoli. Giornata positiva per il francese Randy De Puniet.

C'era molta attesa per il ritorno dell'italiano Loris Capirossi, rimasto vittima di un incidente durante il fine settimana di Assen e costretto a fare da spettatore sia per l'appuntamento olandese che per quello del Mugello. Purtroppo per l'esperto pilota, il dolore alla spalla si è invece rivelato troppo intenso da sopportare e si è visto quindi obbligato a cedere la propria Desmosedici al francese Sylvain Guintoli, intervenuto come suo sostituto.

"Ho provato a guidare, ma mi sono subito reso conto che le mie condizioni non erano assolutamente adatte. Ho preferito quindi lasciare il posto a Sylvain" ha dichiarato Capirossi a motogp.com. "La situazione è strana, perché le costole non mi causano troppo dolore, ma la clavicola è un bel problema perché mi manca proprio la forza nel braccio e non riesco neanche a cambiare direzione. Ora avrò occasione di fare fisioterapia per i prossimi tre giorni per poi prendere una decisione finale per Laguna Seca".

Ha poi aggiunto: "Spero davvero di riprendermi per non mancare il prossimo appuntamento, mi piace molto quella pista. Vorrei approfittare della pausa per allenarmi e tornare al massimo per Brno".

Guintoli, che si è unito al team Pramac Racing in occasione dei test ufficiali del Mugello in vista di una possibile sostituzione di Capirossi, riguardo alla sessione del pomeriggio ha dichiarato: “Mi sono davvero divertito, anche se siamo ancora molto lenti e molto lavoro ci spetta. È stata una sessione interessante: la pista è molto stretta per questa moto quindi non nascondo una certa difficoltà, ma l'obiettivo è continuare a lavorare bene per il resto del weekend per cercare di ottenere il massimo da quest'esperienza”.

Il miglior tempo fatto registrare dal francese durante i 45 minuti a sua disposizione è stato un 1:25.964, a 3.739s da Marco Simoncelli. “Non credo che in fondo ci siano obiettivi particolari da raggiungere, perché gli altri piloti sono davvero veloci e io sono stato catapultato in quest'avventura nel mezzo di un weekend di Gran Premio, dopo aver fatto 3 anni in Superbike dove le cose sono decisamente differenti - è come se dovessi ricominciare tutto da capo. Per quel che mi riguarda, proverò a divertirmi e a trarre il massimo da questa nuova esperienza”.

De Puniet ha firmato l'ottavo tempo della giornata con un 1:23.037, a poco più di otto decimi da Simoncelli. “Sono contento, soprattutto dopo il brutto periodo che abbiamo attraversato. Ducati mi ha messo a disposizione un nuovo telaio e sembra rendere un po' meglio del precedente. È solo un piccolo passo ma dobbiamo continuare su questa strada e lavorare bene: dobbiamo solo sistemare ancora qualche dettaglio. Sembra essere tutto pronto per il weekend e spero in una bella gara, ne abbiamo bisogno. La moto ora presenta caratteristiche simili a quelle di Nicky (Hayden). È difficile fare dei paragoni perché questa pista è stretta e in curva la velocità è ridotta, ma questo telaio mi trasmette sensazioni positive e continueremo a lavorarci su”.

Questo è il circuito su cui De Puniet si ruppe la gamba sinistra la scorsa stagione. Ha concluso aggiungendo:”La gara dello scorso anno ha rappresentato un punto di svolta nella mia stagione, e spero che possa succedere la stessa cosa in questo fine settimana ma in positivo. Preferisco non pensare all'incidente, appartiene al passato ormai”.

Tags:
MotoGP, 2011, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, Sylvain Guintoli, Randy de Puniet, Loris Capirossi, Pramac Racing Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›