Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lorenzo sorprende nel finale e chiude davanti le FP3

Lorenzo sorprende nel finale e chiude davanti le FP3

Il pilota maiorchino del team Yamaha Factory Racing beffa nelle battute conclusive della sessione il connazionale Dani Pedrosa (Repsol Honda) che termina così 2º. Terzo Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini).

Accompagnata da condizioni climatiche perfette, la classe regina affronta l’ultimo turno di prove libere che anticipa le qualifiche del pomeriggio. A farla da padrone è l’attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) che, ad un minuto dallo scadere del tempo a disposizione, blocca il cronometro sul 1:22.112, abbassando di due decimi quanto fatto registrare nelle FP2 di ieri.

Si piazza secondo Dani Pedrosa (Repsol Honda): lo spagnolo, a 17 minuti dal termine, riesce anche a conquistare la temporanea leadership ma è poi costretto ad accomodarsi alle spalle del connazionale. Pedrosa completa 22 giri e al numero 14 mette a referto un crono di 1:22.153, a soli 41 millesimi da Lorenzo.

Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) domina buona parte del turno, ma una caduta all’altezza della curva numero 11, senza conseguenze negative, avvenuta poco dopo la metà dei 45 minuti a disposizione, mette fuori dai giochi l’italiano che va così ad occupare la terza linea della tabella dei tempi con un 1:22.159 (+0.047s).

Coppia Repsol Honda a definire la top5: Casey Stoner termina 4º con un crono di 1:22.386 (+0.274s), mentre il compagno di squadra Andrea Dovizioso è 5º con il suo 1:22.441 (+0.329s).

Lo schieramento prevede poi l’americano Nicky Hayden (Ducati Team) in sesta posizione grazie al suo 1:22.500 (+0.388s), lo spagnolo di Rizla Suzuki Álvaro Bautista in settima con un tempo di 1:22.594 (+0.482s), l’altro pilota Yamaha Factory Racing Ben Spies 8º con 1:22.772 (+0.660s), il francese Randy De Puniet (Pramac Racing) 9º con 1:22.841 (+0.729s), e, a chiudere il gruppo dei primi dieci, Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), il primo ad andare oltre l’1:23 con il suo 1:23.118 (+1.006s).

L’esordiente Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), nonostante la caduta a 5 minuti dalla fine all'altezza della curva numero 2, termina 11º, mentre l’italiano Valentino Rossi (Ducati Team) non riesce ancora a risalire in top ten ed è costretto alla 12esima piazza a 1.167s da Lorenzo (1:23.279 per lui).

L’ordine d’arrivo prevede poi Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), Toni Elias (LCR Honda) e Sylvain Guintoli (Pramac Racing).

Tags:
MotoGP, 2011, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, FP3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›