Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pole numero tre per Marc Marquez

Pole numero tre per Marc Marquez

Il pilota del team CatalunyaCaixa Repsol è il più veloce del turno di qualifiche del sabato pomeriggio. Domani con lui in prima fila Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) e Aleix Espargaro (Pons HP 40).

Con la sessione di qualifiche della classe intermedia si chiude il secondo giorno dell’eni Motorrad Grand Prix Deutschland, nono appuntamento della stagione 2011. Dopo essere scattato dalla prima posizione a Silverstone e al Mugello, il vincitore della gara 125 dello scorso anno, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol). conquista la sua terza pole stagionale grazie ad un crono di 1:24.733.

Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), il pilota di casa supportato dalle centinaia di tifosi accorse qui al Sachsenring, si lancerà dal centro della prima fila dopo aver tagliato il traguardo con 129 millesimi di ritardo rispetto a Marquez (1:24.862), nel penultimo dei 24 giri percorsi.

Chiude il trio di piloti in apertura di schieramento lo spagnolo Aleix Espargaro (Pons HP 40), che con il suo 1:24.900 (+0.167s) è l’ultimo a rimanere sotto la linea dell’1:25.

A sorpresa balza in quarta posizione, ad aprire la seconda fila, il pilota italiano del team Gresini Racing Moto2 Michele Pirro, che completa 22 giri della pista tedesca e al 15º fa registrare un 1:25.085 (+0.352s). Lo spagnolo Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2) andrà ad occupare la piazza centrale della seconda fila dopo aver messo a referto un 1:25.189 (+0.456s). Chiude il sammarinese Alex De Angelis (JIR Moto2) che in sella alla sua Motobi taglia la linea d’arrivo con un giro veloce di 1:25.223 (+0.490s).

Terza fila con il belga Xavier Simeon (Tech 3 B), il finlandese Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), e l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), caduto senza coseguenze negative alla curva numero 8.

Da segnalare un’altra brutta caduta a 16 minuti dal termine, con protagonista il pilota del team NGM Forward Racing Jules Cluzel: il francese va giu all’altezza della curva numero 7 ma per fortuna il tutto si risolve solo con una leggera contusione al braccio destro e qualche graffio.

Tags:
Moto2, 2011, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›