Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Marc Marquez cala il poker al Sachsenring

Marc Marquez cala il poker al Sachsenring

Quarta vittoria stagionale per il Campione del Mondo 125 che ha la meglio sul pilota di casa Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing). Terzo il sammarinese Alex De Angelis (JIR Moto2).

Ventinove emozionanti giri del Sachsenring che regalano al Campione del Mondo 125 Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) la vittoria numero quattro della stagione 2011. Proprio lo spagnolo è autore di una buona partenza con il pilota di casa Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) e l’uomo del team Pons HP 40 Aleix Espargaro.

In apertura, all’altezza della curva numero 1, Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2), appena rientrato dall’infortunio al femore che lo ha tenuto lontano dalla scena mondiale per 40 giorni, finisce sulla ghiaia coinvolgendo anche l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), il belga Xavier Simeon (Tech 3 B) e gli spagnoli Ricard Cardus (QMMF Racing Team) e Jordi Torres (Mapfre Aspar Team Moto2). Fortunatamente nessuna conseguenza negativa per il quintetto di piloti.

Dalla sesta posizione della griglia sale bene il sammarinese Alex De Angelis (JIR Moto2) che al 2º giro si piazza fra Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) e Bradl (Viessmann Kiefer Racing) nel gruppo di testa, con Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2), Aleix Espargaro (Pons HP 40) e Max Neukirchner (MZ Racing Team) ad inseguire.

Tre giri dopo, una caduta all’altezza della curva numero 7 vede protagonisti proprio Espargaro (Pons HP 40) e Neukirchner (MZ Racing Team) che sono così costretti ad uscire di scena prematuramente. Continua nel frattempo la corsa di Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) al comando del gruppo, con Bradl (Viessmann Kiefer Racing) e De Angelis (JIR Moto2) a darsi battaglia alle sue spalle.

Proprio il tedesco riesce a far sua la temporanea leadership al 13º giro, con Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), De Angelis (JIR Moto2), Luthi (Interwetten Paddock Moto2), Yonny Hernandez (Blusens-STX) e Randy Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing) subito dietro.

I sorpassi e gli scambi di posizione però non si fermano, e quando mancano sette tornate alla conclusione il gruppo al fronte vede Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) in prima posizione marcato stretto da Bradl (Viessmann Kiefer Racing), seguiti a breve distanza da Luthi (Interwetten Paddock Moto2) e De Angelis (JIR Moto2).

Nei minuti finali della gara si delineano due distinte battaglie per la conquista delle tre posizioni del podio: Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) è abile a tenere a bada il pilota di casa Bradl (Viessmann Kiefer Racing) impedendogli di tagliare il traguardo per primo davanti al suo pubblico, mentre De Angelis (JIR Moto2) rimane concentrato e attento nell’affrontare le curve finali negando ogni possibilità agli inseguitori Luthi (Interwetten Paddock Moto2) e Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing).

Tags:
Moto2, 2011, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›