Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Finale di gara che premia Lorenzo e Spies

Finale di gara che premia Lorenzo e Spies

Il Gran Premio di Germania si è rivelato uno dei più emozionanti della stagione fino a questo momento, con la coppia Yamaha Factory Racing concentrata fino all'ultimo per la conquista del secondo e del quinto posto finale.

Il vincitore dello scorso appuntamento del Mugello Jorge Lorenzo ha completato i 30 giri previsti rimanendo coinvolto in una battaglia nel gruppo di testa con l'attuale leader del Campionato Casey Stoner e il suo compagno di scuderia Dani Pedrosa. Superato dall'australiano verso la fine della gara, si è poi ripreso la seconda posizione proprio nella curva finale dell'ultimo giro.

In avvio Spies scivola indietro di una posizione finendo al 6º posto e deve vedersela con una mancanza di grip che gli impedisce di stare al passo con il gruppo in testa. Il texano ha condotto una gara in solitaria sempre alle spalle di Marco Simoncelli e Andrea Dovizioso, senza mai perderli di vista. Proprio ciò gli ha permesso di sfruttare un errore dell'italiano nell'ultima curva, infilandosi tra i due ed andando a tagliare il traguardo 5º.

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
"Sono molto soddisfatto, è stata una gara fantastica quella di oggi. Raggiunta circa la metà, ho avvertito molta fatica nell'avambraccio sinistro e non sapevo dove trovare la forza per spingere fino alla bandiera a scacchi. Poi però Casey ha rallentato a due curve dalla fine e allora ne ho approfittato, ho aperto il gas e nella curva finale mi sono lanciato per superarlo. È stato un sorpasso incredibile! Questo era un GP importante, quindi questo risultato ci dà molta soddisfazione. Voglio ringraziare il team per avermi messo a disposizione una moto così veloce, sono stati fantastici".

Ben Spies, Yamaha Factory Racing
"Purtroppo all'inizio mi è mancato il grip nel posteriore e ciò mi ha penalizzato nell'inseguimento del gruppo di testa: non riuscivo a mantenere il loro passo gara. Ho continuato la mia corsa e a tre giri dal termine è successo di tutto: Simoncelli ha provato in tutti i modi a superare Dovizioso ed ogni volta che tentavo di avere la meglio su uno di loro, uno andava ad occupare un lato della pista e l'altro quello opposto. Nulla di scorretto, ma hanno rovinato i miei piani! Poi Simoncelli è andato largo in una delle curve finali e così l'ho raggiunto e sorpassato ad un soffio dal traguardo. Con il passo gara che avevamo, probabilmente avrei potuto giocarmela anche con Dovizioso, ma alla fine è andata come è andata".

Comunicato stampa Yamaha Factory Racing.

Tags:
MotoGP, 2011, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, Jorge Lorenzo, Ben Spies, Yamaha Factory Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›