Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bridgestone analizza il GP di Laguna Seca

Bridgestone analizza il GP di Laguna Seca

Round 10 – Gran Premio degli Stati Uniti - Mazda Raceway Laguna Seca, domenica 24 luglio 2011 Mescole di pneumatici disponibili: Anteriore: media, dura Posteriore (asimmetriche): soft, media.

Casey Stoner (Repsol Honda) è uscito vincitore dal decimo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP 2011, il Red Bull U.S. Grand Prix, tenutosi sul circuito Mazda Raceway di Laguna Seca. Il pilota australiano ha utilizzato pneumatici slick con tipologia di mescola più dura per risalire dalla terza posizione al comando della corsa e conquistare una vittoria decisiva sulla storica pista americana.

Come lui, anche gli altri due piloti saliti sul podio, Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) e Dani Pedrosa (Repsol Honda), hanno optato per la mescola di pneumatici più dura sia per l’anteriore sia per il posteriore, così come Andrea Dovizioso (Repsol Honda), quinto, e Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), uscito di pista quando occupava la quinta posizione.

Nonostante l’elevata temperatura della pista che ha toccato i 46°C, tre piloti hanno optato per il pneumatico con mescola più morbida all’anteriore e 12 dei 17 partenti hanno utilizzato la mescola più morbida per il posteriore. Anche con quest’ultima mescola la consistenza al posteriore è stata buona e Ben Spies (Yamaha Factory Racing) l’ha utilizzata per superare Dovizioso nel finale e tagliare il traguardo in quarta posizione.

Hiroshi Yamada, Responsabile Bridgestone Motorsport
“Casey ha compiuto una performance impressionante ottenendo la prima vittoria a Laguna Seca dal 2007, anno in cui ottenne il titolo mondiale, e sono contento che la popolarità del Motomondiale sia in continua crescita negli Stati Uniti, con un record di presenze per l’intero weekend. Laguna Seca è l’unica gara del calendario in cui piloti gommati Bridgestone hanno ottenuto tutti e tre i gradini del podio ogni anno dal 2007, anche quando non eravamo gli unici fornitori di pneumatici, quindi è un tracciato che associamo sempre a bei ricordi. Sono soddisfatto delle performance della nostra selezione di pneumatici e della mescola più morbida per il posteriore e dalla prossima gara di Brno avremo a disposizione un’altra mescola per le rimanenti gare della stagione”.

Hirohide Hamashima, Assistente del Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport
“L’opzione di mescola più dura per l’anteriore e per il posteriore è stata chiaramente quella che ha garantito performance più veloci e, specialmente nel caso di Casey, la consistenza e il ritmo di gara sono stati impressionanti. Il tempo totale di gara è stato più veloce di 2.7 secondi rispetto al precedente record e questo rappresenta un buon indicatore della consistenza e durata dei nostri pneumatici. Al terzo giro Casey ha stabilito il giro più veloce con il tempo di 1m 21.673s e al 29° passaggio il suo ritmo è stato di 1m 21.865s, ad ulteriore dimostrazione della durata dei pneumatici utilizzati. In questo weekend sono soddisfatto anche delle performance dei nostri pneumatici slick con mescola più morbida. Abbiamo portato questa tipologia di mescola per migliorare le performance di riscaldamento dei pneumatici nelle sessioni di prova del mattino con temperature più fredde, e alla partenza 12 piloti hanno optato per queste mescole. Ben ha tagliato il traguardo in quarta posizione utilizzando al posteriore il pneumatico con mescola più morbida, quindi sono soddisfatto della nostra decisione di rivedere le opzioni di scelta per il posteriore”.

Comunicato stampa Bridgestone.

Tags:
MotoGP, 2011, RED BULL U.S. GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›