Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Suzuki e Ducati analizzano la prima parte della stagione

Suzuki e Ducati analizzano la prima parte della stagione

Messo alle spalle il decimo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP 2011, il Red Bull U.S. Grand Prix, Rizla Suzuki e Ducati Team hanno presentato i rispettivi resoconti sulla prima parte della stagione appena conclusa.

Archiviati i primi dieci round della stagione 2011, Rizla Suzuki e il Ducati Team hanno mostrato alle telecamere l'andamento e i progressi registrati in questa prima parte del Campionato, senza però accantonare la preparazione in vista degli appuntamenti ancora in programma.

Il Project Director MotoGP del Ducati Team, Alessandro Cicognani, si confida sull'inizio di questo 2011. "Diciamo soltanto che è stato un avvio complicato, ci aspettavamo molto di più, e invece ci sono stati alcuni problemi con il recupero della spalla di Vale e con la ricerca del giusto feeling fra Nick e la sua moto".

"Poi è arrivato qualche buon risultato, come per esempio il primo podio di Jerez con Nicky e quello di Le Mans con Vale..ma subito dopo è riapparsa qualche incertezza. Sono convinto che però ora, il ritmo raggiunto sia quello giusto; continueremo in questa direzione”, ha poi aggiunto.

"Avvio difficile", ha sinteticamente commentato il Team Manager di Rizla Suzuki, Paul Denning. "Non siamo neanche riusciti a scendere in pista per la prima gara di Qatar a causa dell'infortunio di Álvaro (Bautista). Il suo rientro ad Estoril è avvenuto molto prima di quello che ci saremmo aspettati, ma il processo di recupero e la ricerca della confidenza persa con la moto hanno richiesto parecchio tempo. Solo nel nono appuntamento del Sachsenring abbiamo visto un Álvaro con lo stesso ritmo mostrato durante i test invernali".

"La moto è giunta ad un buon livello di sviluppo: Suzuki ha svolto un gran lavoro con il forcellone e il telaio per migliorare il riscaldamento degli pneumatici e il grip generale. Il motore è competitivo, dobbiamo solo continuare a migliorare facendo piccoli passi alla volta" ha continuato Denning. "Ma il pilota riveste ancora un ruolo fondamentale nel conseguimento del risultato finale: se ha problemi fisici o se non è preparato a livello mentale, la performance ne risente".

"Ora siamo felici che Bautista sia tornato in perfetta forma fisica, pronto a correre dando il massimo. Abbiamo solo un pilota quindi diamo tutto il possibile per offrirgli le migliori condizioni. Lui è un grande professionista e vuole lottare per stare nel gruppo di testa con piloti come Simoncelli e Lorenzo, con i quali ha già avuto a che fare in passato in 250".

Sulla restante parte della stagione il Team Manager Suzuki ha poi aggiunto: "Se continuiamo a migliorare la moto e ad aumentare il feeling fra il mezzo e il pilota, speriamo di riuscire a raggiungere le zone alte. Abbiamo ancora diversi passi da fare per colmare il gap fra noi e le Honda o noi e le Yamaha. Proveremo ad avvicinarci il più possibile: siamo qui per fare bene e vedere dove possiamo arrivare".

Cicognani ha chiarito l'obiettivo del Ducati Team per la seconda parte del Campionato. "Il nostro obiettivo è migliorare: giorno dopo giorno, gara per gara, vogliamo essere competitivi per la vittoria e ci impegneremo costantemente per arrivare a questo risultato" ha poi concluso.

Tags:
MotoGP, 2011, RED BULL U.S. GRAND PRIX, Ducati Team, Rizla Suzuki MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›