Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le ostilità in Moto2 continuano al Brickyard

Le ostilità in Moto2 continuano al Brickyard

Stefan Bradl e Marc Márquez sono i due piloti da battere per guadagnarsi l'accesso alle zone alte della classifica generale Moto2, con il tedesco staccato di 43 punti dal rivale spagnolo.

La categoria Moto2 continua ad appassionare con un Campionato ricco di adrenalina ed emozioni dove Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) e Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) proseguono il loro duello a suon di vittorie.

A Brno, Márquez ha tagliato il traguardo precedendo Bradl, ma la coerenza mostrata dal tedesco nella prima parte del Campionato gli ha permesso di accumulare un vantaggio sicuro al vertice della classifica e di candidarsi a protagonista principale nella corsa al titolo. Entrambi i piloti sono saliti sul podio del GP ceco, ma è stato Andrea Iannone (Speed Master) a mettere piede sul gradino più alto, facendo rivedere tutto quel potenziale mostrato in avvio di stagione.

Con Bradl e Márquez distanziati dal resto del gruppo in vetta alla classifica, la lotta per il terzo posto in Campionato è accesa più che mai, con Alex De Angelis (JiR Moto2) personaggio principale. L'ultimo trionfo ha aggiunto Iannone al gruppo dei contendenti insieme al connazionale Simone Corsi (Ioda Racing Project) e allo svizzero Thomas Lüthi (Interwetten Paddock Moto2).

L'esordiente inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing) ha subito una pesante battuta d'arresto con gli ultimi due traguardi mancati e spera di tornare al più presto nel gruppo al comando. Yuki Takahashi (Gresini Racing) è ancora alla ricerca della forma che lo ha portato sul podio in Portogallo e in Francia, mentre l'altro rookie Randy Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing) continua a ben impressionare, nonostante la caduta di Brno. Julián Simón (Mapfre Aspar) si augura che un'intera settimana di recupero gli permetta di tornare in forma sulla pista americana, dove lo scorso anno superò la linea d'arrivo in seconda posizione.

Aleix Espargaró (Pons HP 40) si prepara alla partenza numero 100 della sua carriera, e vedrà entrare in azione con lui un nutrito gruppo di piloti di origine americana: accanto a Kenny Noyes (Avintia-STX), JD Beach si unisce a tempo pieno al Campionato del Mondo vestendo i colori del team Aeroport de Castello, mentre Jake Gagne salirà in sella ad una FTR come wild card per GP Tech.

Tags:
Moto2, 2011, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›