Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Al Brickyard pole di Nicolas Terol

Al Brickyard pole di Nicolas Terol

Lo spagnolo del team Bankia Aspar chiude nella maniera migliore la seconda giornata del Red Bull Indianapolis Grand Prix. Con lui in prima fila Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) e Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo).

Nel primo appuntamento di questa seconda parte del Campionato del Mondo 125 2011, è il leader della classifica generale Nicolas Terol (Bankia Aspar) ad aggiudicarsi la pole position, la sesta della stagione in corso. A venti secondi dalla conclusione, il pilota spagnolo porta il proprio miglior tempo sotto la barriera dell’1:49, fermando il cronometro sul 1:48.199. A lui quindi il compito di aprire domani la griglia di partenza della classe cadetta.

Scatterà dal centro della prima fila il tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), che, a 2 minuti dallo scadere, supera la linea d’arrivo facendo registrare un 1:48.919, staccato di 720 millesimi da Terol. Completa il trio il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), attualmente secondo nella classifica generale, che nel terzultimo dei 17 giri percorsi firma un crono di 1:48.939, a 740 millesimi dalla testa.

Seconda fila che si apre con il giovane Maverick Viñales del team Blusens by Paris Hilton Racing, che si guadagna il quarto piazzamento facendo segnare l’ultimo tempo sotto l’1:49: 1:48.991 il suo miglior risultato (+0.792s). Partirà dal centro l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), autore di un 1:49.256 che lo pone a 1.057 secondi dal miglior tempo della sessione. A chiudere, troviamo un altro pilota Bankia Aspar: Hector Faubel alla 16esima tornata delle 17 portate a termine, fa registrare l’1:49.324 (+1.125s) che gli vale il 6º posto sullo schieramento di partenza.

Ad occupare la terza fila ci pensano poi il più veloce delle FP1 Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), il tedesco Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), e lo spagnolo Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing).

Diverse le cadute che hanno accompagnato il turno, tutte per fortuna senza conseguenze negative: Harry Stafford (Ongetta-Centro Seta) va giu alla curva numero 13, Zulfahmi Khairuddin (Airasia-Sic-Ajo) alla numero 4, Niklas Ajo (TT Motion Events Racing) e Danny Webb (Mahindra Racing) alla numero 16.

Tags:
125cc, 2011, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›