Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner sempre più leader del mondiale

Stoner sempre più leader del mondiale

Casey Stoner completa nella maniera perfetta il weekend del Red Bull Indianapolis Grand Prix, regalando ad Honda la seconda vittoria consecutiva sul Brickyard.

L'australiano chiude il fine settimana di Indianapolis con il record sul giro più veloce fatto registrare nelle qualifiche di ieri (1:38.850), quello del circuito (1:39.807) e la settima vittoria stagionale. Stoner ora conduce la classifica generale a quota 243 punti, con un vantaggio su Lorenzo di 44 lunghezze.

Dani Pedrosa scatta bene dalla seconda fila dello schieramento, ma dopo sei giri deve lasciare strada libera al compagno di squadra, concludendo però con un secondo posto prezioso in ottica Campionato.

L'obiettivo di Andrea Dovizioso era ovviamente quello di salire sul podio, ma ha perso terreno nel momento in cui Nicky Hayden gli ha bloccato la strada e lo ha costretto così a scivolare indietro di qualche posizione. Nonostante tutto, l'italiano è rimasto concentrato riuscendo a superare il traguardo al quinto posto.

Casey Stoner, Repsol Honda
“Siamo partiti bene e forse avrei dovuto essere un po’ più aggressivo all’ingresso nella prima curva. Entrando alla curva due Dani ha frenato pesantemente, quando però i miei freni non erano ancora in temperatura, portandomi quasi al contatto. La gara è stata dura, la temperatura elevata con l’asfalto leggermente più scivoloso rispetto alle prove e alle qualifiche e ciò ha reso le cose difficili da gestire. Ad un certo punto mi si è chiuso l’anteriore ma ho ripreso la moto con il ginocchio, e da quel momento abbiamo cominciato a imporre il nostro ritmo. Nonostante le condizioni di pista sfavorevoli, tutto è andato per il verso giusto. Ringrazio il team per il fantastico lavoro svolto”.

Dani Pedrosa, Repsol Honda
“Siamo molto soddisfatti del secondo posto. Archiviate le qualifiche di ieri, abbiamo dovuto lavorare duramente per ridurre il gap da Casey, perché non era normale essere così lontani da lui. Finire secondo dopo quanto accaduto a Brno è un bel risultato. Dentro di me sapevo che il mio passo gara non sarebbe stato più elevato di quello di Casey, ma la squadra ha fatto comunque un ottimo lavoro. È stata una gara difficile, ma sono contento della mia prestazione e della RC212V. Sono 20 punti importanti e ora guardo con fiducia verso Misano”.

Andrea Dovizioso, Repsol Honda
“Non posso essere felice del risultato di oggi perché il nostro obiettivo era il podio e ridurre il gap da Lorenzo, ma dobbiamo anche guardare gli aspetti positivi e sono contento di aver girato in 1:40.1 nell’ultimo giro. Siamo partiti male, prima con Nicky bloccato davanti a me e poi con Ben. Da quel momento ho cercato di mantenere la concentrazione, e giro dopo giro ho trovato il ritmo che mi ha permesso di recuperare posizioni. È stata una gara strana, sin dall’inizio è mancato il grip nel posteriore e, soprattutto nei primi giri, ho avuto la sensazione che il davanti potesse chiudersi da un momento all’altro. Nonostante tutto sono riuscito a gestire le gomme nel migliore dei modi e chiudere la gara. Siamo competitivi e andiamo a Misano determinati”.

Tags:
MotoGP, 2011, RED BULL INDIANAPOLIS GRAND PRIX, Dani Pedrosa, Andrea Dovizioso, Casey Stoner, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›