Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Duello a tre in Moto2: Marquez conquista il gradino più alto di Misano

Duello a tre in Moto2: Marquez conquista il gradino più alto di Misano

Spettacolare lotta per la vittoria finale sul circuito sammarinese che si conclude con il trionfo di Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol). Con lui sul podio Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) e Andrea Iannone (Speed Master).

Al via il dodicesimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 2011. Dallo schieramento iniziale del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini, partono bene Stefan Brad (Viessmann Kiefer Racing) e Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), ai quali si accodano Scott Redding (Marc VDS Racing Team), Bradley Smith (Tech 3 Racing), Andrea Iannone (Speed Master), Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), Alex De Angelis (JiR Moto2) e Michele Pirro (Gresini Racing Moto2). Dopo poche curve Bradl perde per una frazione di secondo il controllo della moto, riuscendo comunque a rimanere in sella alla sua Kalex dando però possibilità all’attuale Campione del Mondo 125 di conquistare la leadership, con Redding saldamente incollato alla gomma posteriore.

L’inglese però non ci sta, e si mette alle spalle Marquez passando così al comando, mentre poco dietro Iannone prima fa registrare il nuovo record del circuito e poi, completati tre giri del tracciato di Misano, sale in seconda posizione, fra Redding e Marquez. Proprio l’inglese, giro dopo giro, riesce a creare un secondo di gap dagli inseguitori Iannone, Bradl e Marquez, mentre pochi decimi dietro, l’altro inglese Smith guida il resto del gruppo.

Fra i primi quattro ha poi inizio una serie di sorpassi che accompagnerà l'intera durata della battaglia per la conquista del gradino più alto del podio, risolta solo nelle tornate finali. All’11º giro Redding perde terreno e si fa superare in vetta da Iannone, che però deve vedersela con i continui attacchi di Marquez e Bradl. I tre proseguono la corsa verso il traguardo alternandosi al comando della classe, mentre poco dietro il pilota di casa Alex De Angelis recupera terreno e si piazza 4º.

Giunti al giro numero 15, l’italiano Iannone sale in testa, con Bradl e Marquez al seguito. Dura poco, perché il tedesco leader del Campionato spinge e passa davanti, sempre tallonato dai due rivali. Proprio un’incertezza del pilota del team Viessmann Kiefer Racing alla 20esima tornata, permette poi a Iannone di agguantare di nuovo la prima posizione.

L’italiano di Speed Master non riesce però a mantenere il comando e deve cedere il passo a Marquez che sale in cattedra al 21º giro, con Bradl staccato di pochi millesimi ma sempre sulla sua traiettoria. Lo spagnolo del team CatalunyaCaixa Repsol mantiene la calma e controlla i rimanenti chilometri che lo separano dalla sua sesta vittoria stagionale, costringendo il leader della classifica generale al secondo gradino del podio e Andrea Iannone all’ultimo posto disponibile in top3.

Termina in quarta posizione il sammarinese Alex De Angelis (JiR Moto2), decima l'italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project), 14esima Michele Pirro (Gresini Racing Moto2), 17esima Mattia Pasini (Ioda Racing Project), 18esima Claudio Corti (Italtrans Racing Team).

La classifica generale vede ora al comando Stefan Bradl con 213 punti, seguito da Marc Marquez a 190, Andrea Iannone a 112, Alex De Angelis a 109, Bradley Smith a 102, e Simone Corsi a 99.

Tags:
Moto2, 2011, GP APEROL DI SAN MARINO E DELLA RIVIERA DI RIMINI, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›