Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pedrosa si impone nelle FP1 di Aragón, libere del pomeriggio annullate

Pedrosa si impone nelle FP1 di Aragón, libere del pomeriggio annullate

Lo spagnolo del team Repsol Honda chiude con il miglior crono della classe la prima giornata di libere del Gran Premio de Aragón. Dietro di lui Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) e Casey Stoner (Repsol Honda). Prove del pomeriggio prima rinviate ed infine annullate per un guasto al generatore di corrente dell’impianto del MotorLand.

Al via il 14º appuntamento della stagione 2011 MotoGP, con i piloti che scendono in pista sul tracciato di Alcañiz per la terza prova corsa in terra spagnola. Le previsioni parlano di un weekend totalmente dominato dal bel tempo, e ne è una dimostrazione lampante il cielo azzurro completamente sgombro di nubi. Con la sessione del pomeriggio annullata a causa di un guasto al generatore di corrente del MotorLand Aragón, nelle FP1 ci pensa subito il pilota di casa Dani Pedrosa (Repsol Honda) a far registrare il crono più rapido superando la linea del traguardo nell’ultimo giro a dispozione con un tempo di 1:50.281.

Seconda e terza posizione per la coppia di piloti che sta animando le zone alte della classifica generale nella corsa al titolo di Campione del Mondo MotoGP 2011: il maiorchino di Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, si piazza alle spalle del connazionale con un ritardo di 449 millesimi (1:50.730 per lui), seguito un posto sotto dall’attuale leader del Campionato Casey Stoner (Repsol Honda), che firma un 1:50.806 scivolando a 525 millesimi dal compagno di squadra in testa.

È poi la volta di due piloti italiani, Marco Simoncelli e Andrea Dovizioso: il pilota del team San Carlo Honda Gresini completa 18 giri del MotorLand Aragón e nel penultimo mette a referto un crono di 1:50.893 (+0.612s), mentre il numero 4 di Repsol Honda è il primo a superare la linea dell’1:51 chiudendo in quinta posizione a 810 millesimi dal compagno di squadra Pedrosa (1:51.091 per lui).

Sesto piazzamento per il francese Randy De Puniet (Pramac Racing), che supera il secondo di gap dalla testa ma fa registrare un buon 1:51.376. Alle sue spalle troviamo la coppia Ducati Nicky Hayden e Valentino Rossi: l’americano, giunto 3º lo scorso anno, mette mano sul 7º posto grazie al suo 1:51.418 (+1.137s), mentre l’italiano rimane a 1.395s dal miglior tempo della sessione accontentandosi così dell’ottava posizione finale (1:51.676 il suo tempo). Rossi scende in pista con il nuovo telaio in alluminio, provato per la prima volta in occasione dei test privati Ducati svolti subito dopo Misano.

Completano la top ten l’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 9º con 1:51.826 (+1.545s), e il giapponese Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), autore di un 1:51.859 (+1.578s).

Solo 11º l’altro pilota Yamaha Factory Racing Ben Spies (1:51.911 per lui). Dietro l’americano si piazzano Hector Barberá (Mapfre Aspar), 12º con 1:52.016 (+1.735s), Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 13º con 1:52.224 (+1.943s), Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), 14º con 1:52.580 (+2.299s), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), 15º con 1:53.158 (+2.877s), Toni Elias (LCR Honda), 16º con 1:53.440 (+3.159s), ed infine Loris Capirossi (Pramac Racing), 17º con 1:53.842 (+3.561s).

La classe regina avrà modo di recuperare la sessione persa grazie all'estensione della durata delle FP3 del sabato mattina (9:35-10:50). Il turno di qualifiche non subirà nessuna modifica.

Tags:
MotoGP, 2011, GRAN PREMIO DE ARAGÓN, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›