Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Terol vola a Motorland, Zarco non molla

Terol vola a Motorland, Zarco non molla

Gara senza sbavature quella disputata dal leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar), rimasto saldo al comando del gruppo per tutti i 20 giri previsti. Sul podio con lui Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) e Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing).

Prende il via il 13º appuntamento del Campionato del Mondo 125, il Gran Premio de Aragón. Le nuvole e il cielo grigio della sessione mattutina di warm up non abbandonano il circuito di Alcañiz, con i piloti della classe cadetta costretti a vedersela anche con un fastidioso e freddo vento desertico.

Dalla griglia di partenza scatta bene Nicolas Terol (Bankia Aspar) che balza subito dalla terza alla prima posizione, con il detentore della pole position Hector Faubel (Bankia Aspar) abile a mettersi in scia. Subito dietro non perde tempo il trio Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) che si lancia in una bella lotta per il terzo posto.

Dopo un solo giro, mentre la coppia Bankia Aspar prosegue la sua corsa in testa, Viñales e Zarco di staccano da Cortese per proseguire la loro personale battaglia, mentre nelle retrovie Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) comanda il gruppo degli inseguitori.

Giunti alla quinta tornata, lo schieramento si presenta diviso in due gruppi principali, con Terol in prima posizione inseguito da Faubel, Zarco e Viñales, e staccati a piu di 5 secondi i restanti piloti della categoria, con Cortese e Vazquez a giocarsi la quinta piazza. Il leader del Campionato non si accontenta però del primato e si rende conto che è giunto il momento di creare gap arrivando ad accumulare più di un secondo al termine della sesta tornata del MotorLand Aragón.

Come lui, anche il diretto rivale in Campionato Johann Zarco sceglie di fare la propria mossa, staccandosi prima da Viñales e mettendosi poi alle spalle l’altro pilota Bankia Aspar Hector Faubel. Il francese si lancia quindi all’inseguimento di Terol che però prosegue dritto per la sua strada, irraggiungibile, portando il proprio distacco a quasi quattro secondi ad otto giri dal termine.

Con il numero 18 di Bankia Aspar ormai fuori dalla propria portata, Zarco deve però vedersela con l’altro pilota spagnolo presente nel gruppo di testa: Hector Faubel rimane incollato come un’ombra alla ruota posteriore del francese, e a sei giri dal termine riesce ad agguantarlo e metterlo alle sue spalle. Dura però poco, perché il pilota del team Avant-AirAsia-Ajo non ci sta e pazienza un solo giro prima di riprendersi la posizione sottratta.

La battaglia tra i due prosegue serrata fino al chilometro finale, dove Faubel prova a fare la sua mossa inserendosi nell’ultima curva per aver la meglio sul francese, non riuscendo però a rialzare la moto e finendo così dritto sulla ghiaia. L’errore di Faubel regala così il terzo posto al giovane Maverick Viñales, rimasto per buona parte della gara alle spalle del trio di piloti in testa.

Promosso in quarta piazza Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) a seguito della penalità inflitta al connazionale Luis Salom (RW Racing GP) e al tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) per una manovra di sorpasso eseguita con la bandiera gialla esposta.

La classifica generale della classe cadetta vede ora sempre saldo al comando Nicolas Terol a quota 241 punti, seguito da Johann Zarco con 205 punti, Maverick Viñales con 177, Sandro Cortese con 170, e Jonas Folger con 130.

Tags:
125cc, 2011, GRAN PREMIO DE ARAGÓN, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›