Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Prima giornata fra alti e bassi per Yamaha

Prima giornata fra alti e bassi per Yamaha

È andata oggi in scena la prima giornata di prove libere del Gran Prix of Japan, con i piloti del team Yamaha Factory Racing autori di risultati contrastanti.

Il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo è partito subito bene con la prima sessione del mattino, agguantando il 5º piazzamento a soli sei decimi dal leader. Il maiorchino si è poi concentrato su alcuni aspetti in particolare, come per esempio la mancanza di grip nel posteriore e la ricerca di una maggior stabilità in sella alla YZR-M1. Nel pomeriggio Lorenzo ha ribadito la quinta posizione mettendo però in mostra netti progressi con il precedente crono abbassato di ben 7 decimi.

L'esperienza giapponese del suo compagno di squadra Ben Spies non è cominciata nel migliore dei modi, con una grave intossicazione alimentare rimediata durante il viaggio dagli Stati Uniti. Il trattamento al quale il texano si è sottoposto ieri, guidato dalla Clinica Mobile, gli ha permesso di recuperare la forza necessaria a chiudere la sessione mattutina in ottava posizione, a nove decimi dalla testa. Purtroppo solo cinque giri del Twin Ring per Spies nel pomeriggio: continuerà il lavoro con lo staff della Clinica Mobile per recuperare in vista delle qualifiche di domani.

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
“Rispetto alla mattinata abbiamo migliorato di parecchio il tempo sul giro, ma non è ancora abbastanza, il livello di competizione è molto alto qui. Sarà un fine settimana complicato, e la lotta per la conquista del podio e della vittoria sarà una questione delicata. Stiamo testando alcune cose sulla moto per migliorare la stabilità in frenata e in curva. Qualcosa lo abbiamo risolto, ma c’è ancora molto da migliorare!”

Ben Spies, Yamaha Factory Racing
“Questo non è di certo il modo migliore per cominciare un weekend. Non credo di esser mai stato male tanto quanto nel viaggio fatto per venire qui. Fortunatamente ora sto poco a poco recuperando grazie all’aiuto dei ragazzi della Clinica, ma oggi non era abbastanza per affrontare la seconda sessione. Continuerò a lavorare con lo staff della Clinica oggi e domani, e sono sicuro che le cose andranno decisamente meglio nelle qualifiche e in gara. Sono davvero dispiaciuto per la squadra e per i tifosi giapponesi accorsi oggi sugli spalti”.

Tags:
MotoGP, 2011, GRAND PRIX OF JAPAN, Ben Spies, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›