Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Trionfo italiano al Twin Ring: Iannone su tutti

Trionfo italiano al Twin Ring: Iannone su tutti

Il pilota del team Speed Master parte subito bene, imponendo un ritmo impressionante che gli consente di respingere gli attacchi del nuovo leader del Campionato Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), giunto 2º sul traguardo. Terzo Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2).

Al via il Grand Prix of Japan, 14esima prova della stagione Moto2 2011. Dalla griglia di partenza del Twin Ring scatta bene il detentore della pole Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), ma è l’italiano Andrea Iannone (Speed Master) a balzare al comando dopo solo pochi metri. Lo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) si accoda alla coppia, seguito da Simone Corsi (Ioda Racing Project), Bradley Smith (Tech 3 Racing), Dominque Aegerter (Technomag-CIP) e Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing).

Proprio il pilota tedesco al 3º giro decide di cominciare a fare sul serio riuscendo a portare a termine una sequenza di sorpassi che lo fanno risalire fino alla quarta posizione, alle spalle di un Corsi abile a raggiungere e superare Luthi solo poche curve prima.

Nel quartetto al comando, formato da Iannone Marquez Corsi e Bradl, ha inizio la battaglia per la conquista della prima posizione, mentre aumenta il vantaggio sul gruppo degli inseguitori guidato dallo svizzero Thomas Luthi.

All’ottava tornata Marquez riesce a conquistare la leadership, ma dura poco, perchè Iannone non ci sta e un dopo solo un giro torna di nuovo al comando dell’intera classe. L’italiano fa registrare il nuovo record del circuito e con il rivale Marquez crea poco più di un secondo di gap dal resto del gruppo, mentre pochi metri dietro Corsi e Bradl proseguono il loro duello per l’ultimo posto disponibile sul podio.

Marquez è consapevole del fatto che la vittoria gli consentirebbere di balzare al comando della classifica generale, e decide quindi di spingere al massimo, lanciandosi a capofitto nell’inseguimento di Iannone. Lo spagnolo si incolla alla ruota posteriore del pilota italiano riuscendo a raggiungerlo e superarlo a cinque giri dal termine.

L’uomo del team Speed Master può però vantare un impressionante passo gara che gli permette dopo una sola tornata di riprendersi il primato, volando con relativa tranquillità verso la terza vittoria stagionale.

Terzo posto combattuto per buona parte della gara dall’italiano Corsi e dal tedesco Bradl, che nelle battute finali devono però fare i conti con lo svizzero Luthi, abile a rimanere sempre vigile alle loro spalle fino alla stoccata che gli vale l’ultimo gradino del podio.

Il secondo posto ottenuto dal Campione del Mondo 125 in carica Marquez combinato con il quarto posto ottenuto da Bradl proclamano il giovane pilota spagnolo nuovo leader del Campionato del Mondo Moto2 per un solo punto.

Per quel che riguarda gli altri italiani in pista, scorrendo l’ordine d’arrivo finale troviamo il romano Simone Corsi in quinta posizione, seguito dal sammarinese Alex De Angelis (Jir Moto2). Fuori dalla top ten Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) e Mattia Pasini (Ioda Racing Project), rispettivamente in 13esima e 14esima piazza.

Classifica generale che vede quindi ora al comando Marc Marquez a quota 235 punti, seguito da Stefan Bradl a 234, Andrea Iannone a 157, Alex De Angelis a 132, e Simone Corsi a 126.

Tags:
Moto2, 2011, GRAND PRIX OF JAPAN, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›