Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bradl domina un movimentato primo turno di libere

Bradl domina un movimentato primo turno di libere

Il tedesco Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) si impone nella prima sessione di prove libere dell’Iveco Australian Grand Prix, 15esima prova della stagione Moto2 2011. Secondo tempo per Alex De Angelis (JiR Moto2), terzo Mika Kallio (Marc VDS Racing Team). Brivido nel finale per un brutto incidente con protagonista Marc Marquez, fortunatamente nessuna spiacevole conseguenza per lo spagnolo.

Con le FP1 della classe intermedia si chiude la prima mattinata dell’Iveco Australian Grand Prix. Una stupenda cornice dominata dal verde dei prati e dall’azzurro del mare circonda la pista di Phillip Island, dove un ispirato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) fa segnare il giro più veloce del turno. Per il tedesco un 1:34.039 ed un innocuo incontro ravvicinato con la ghiaia nei secondi finali del turno.

Secondo tempo per il sammarinese Alex De Angelis (JiR Moto2), vincitore dalla pole della gara Moto2 della scorsa stagione, che dopo appena sei giri fa registrare un 1:34.969 (+0.930s). Alle sue spalle si piazza il finlandese Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), autore di un 1:34.998 (+0.959s).

È poi la volta di ben tre piloti italiani: Claudio Corti (Italtrans Racing Team) conquista il 4º posto forte del suo 1:35.005 (+0.966s), seguito da Mattia Pasini (Ioda Racing Project) in quinta posizione con un 1:35.124 (+1.085s), e dal trionfatore di Motegi Andrea Iannone (Speed Master) in sesta grazie al suo 1:35.186 (+1.147s).

Scorrendo la tabella dei tempi troviamo poi il pilota di casa Anthony West (MZ Racing Team), 7º con 1:35.272 (+1.233s), l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team), 8º con 1:35.292 (+1.253s), il francese Mike Di Meglio (Tech 3 Racing), 9º con 1:35.336 (+1.297s), e a chiudere la top ten l’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) che mette a referto un 1:35.380 (+1.341s).

Turno da dimenticare per il nuovo leader del Campionato Marc Marquez che poco dopo l’avvio, trascorsi appena 4 minuti, finisce fuori pista all’altezza della curva numero 2: nessuna conseguenza fisica per lui ma moto subito rientrata ai box per essere affidata ai meccanici del team CatalunyaCaixa Repsol. Non terminano però qui le sventure per il pilota spagnolo: Marquez rientra in pista quando mancano ormai pochi secondi alla conclusione, ma incontra sulla sua strada la moto del tailandese Ratthapark Wilairot (Thai Honda Singha SAG). L’impatto è inevitabile e i due vengono lanciati violentemente sulla ghiaia: il tutto si risolve con un piccolo taglio sull’occhio sinistro per Marquez e un brutto colpo alla gamba sinistra per Wilairot, trasportato in elicottero all'Alfred Hospital di Melbourne per un quadro completo della situazione.

Brividi anche per l’italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project) che va giù a circa metà della sessione: il pilota romano si è subito sottoposto ad un controllo medico che ha poi cancellato ogni dubbio riguardante una possibile lesione.

Tags:
Moto2, 2011, IVECO AUSTRALIAN GRAND PRIX, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›