Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Bautista al comando sotto la pioggia di Valencia

Lo spagnolo Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) mette a referto il miglior crono del pomeriggio nonostante le difficili condizioni della pista. In top3 con lui l’americano Nicky Hayden (Ducati Team) e il francese Randy de Puniet (Pramac Racing).

Anche per i piloti della classe regina si conclude questa prima giornata di prove libere del Gran Premio Generali de la Comunitat Valenciana. Nonostante la pausa concessa dalla pioggia, l’asfalto del circuito Ricardo Tormo rimane ancora ben lontano da condizioni ottimali.

Ne risentono quindi i tempi sul giro, vistosamente rallentati rispetto alla mattinata. Il pilota di casa Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), tre volte sul podio valenciano con le categorie minori (3º in 125cc nel 2004, 3º in 250cc nel 2008 e 2º nel 2009), riesce a far segnare il risultato più rapido del pomeriggio: per lui un 1:47.975.

Lo insegue in seconda posizione la Desmosedici di Nicky Hayden (Ducati Team), costretto nel 2010 ad abbandonare prima del previsto la gara spagnola per una caduta avvenuta all’altezza della curva numero 1 durante il terzo giro. L’americano firma un 1:48.316, accomodandosi a 341 millesimi da Bautista.

Troviamo poi un’altra Ducati in terza piazza: si tratta di quella del francese Randy de Puniet (Pramac Racing) che al 14º dei 18 giri percorsi fa registrare un 1:48.684, a 709 millesimi dalla testa.

Quarta e quinta posizione per i due rookie della massima categoria: il ceco Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), vincitore della gara Moto2 del 2010, firma il 4º crono nonostante una caduta senza conseguenze avvenuta all’altezza della curva numero 1 (1:49.021 per lui, a 1.046s da Bautista), mentre insegue l’inglese Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), 5º grazie al suo 1:49.350 (+1.375s).

È poi la volta di due piloti italiani, con Andrea Dovizioso (Repsol Honda) ad occupare la 6ª linea della tabella dei tempi (1:49.422 per lui) marcato stretto da Valentino Rossi (Ducati Team) subito dietro. L’italiano, salito sul podio valenciano negli ultimi tre anni (3º nel 2008, 2º nel 2009, 3º nel 2010), gira con un 1:49.613 a 1.638 secondi dal miglior risultato della sessione.

Completano il gruppo di testa il Campione del Mondo in carica Casey Stoner (Repsol Honda), il compagno di squadra Dani Pedrosa (Repsol Honda) e il pilota americano sostituto dell’infortunato Colin Edwards Josh Hayes (Monster Yamaha Tech 3).

Durante la sessione finiscono a terra, senza conseguenze fisiche, l’americano di Yamaha Factory Racing Ben Spies, all’altezza della curva numero 1, e il pilota di casa Toni Elias (LCR Honda) nella curva numero 2.

Tags:
MotoGP, 2011, FP2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›