Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Oral Engineering e Worldwide Race insieme per il mondiale Moto3

Oral Engineering e Worldwide Race insieme per il mondiale Moto3

WorldWide Race, quest’anno in pista con il nome Phonica Racing, prenderà parte al Campionato del Mondo Moto3 per le prossime 2 stagioni in partnership con Oral Engineering.

Il motore OE-250M3R, interamente progettato e realizzato da un team guidato da Mauro Forghieri, verrà montato su ciclistiche Aprilia RSW affidate al riconfermato Giulian Pedone ed al ceco Miroslav Popov.

Come recita il comunicato, il WorldWide Race si farà carico di una parte importante dello sviluppo e, anche per questo, ha trasferito la squadra corse in un nuovo reparto realizzato in Spagna, per avere cosi la possibilità di effettuare più test anche durante il periodo invernale.

Franco Antoniazzi, direttore Oral Engineering
“Siamo molto soddisfatti di aver siglato questo accordo che prevede una partnership tecnica con il team WorldWide Race, una squadra che negli anni ha saputo dimostrare il suo valore in campo internazionale, conseguendo risultati molto importanti. La Oral Engineering vuole essere protagonista con un prodotto completamente italiano, progettato e realizzato mettendo in campo le migliori conoscenze ed esperienze accumulate in anni di attività. Siamo consapevoli delle difficoltà che questo impegno presenta, ma siamo pronti ad accettarle e nello stesso tempo consapevoli di poterle affrontare e risolvere. La Moto3 è una sfida proiettata nel futuro delle competizioni a due ruote e la Oral Engineering, che fa della ricerca e dell’innovazione il suo dogma, non poteva non essere presente".

Fiorenzo Caponera, titolare WorldWide Race
“Siamo all’inizio di una avventura nuova, quella della Moto3, ed i primi passi saranno decisivi, ed iniziare con il supporto di una delle Engineering più famose e capaci del mondo è fondamentale. Vorrei sottolineare come il ruolo del team sia importante: ci faremo carico di una parte non indifferente nello sviluppo del motore; anche per questo, abbiamo trasferito la squadra corse in Spagna, nei pressi di Alicante. La Spagna offre un clima migliore e dispone di una rete di circuiti che consentono prove anche in inverno. Inizieremo attorno al quindici di gennaio, per proseguire con una fitto calendario di lavori che si intersecherà con i test programmati dall’Irta fino alla vigilia del primo Gran Premio. Cosa ci aspettiamo? Il primo anno, di contribuire allo sviluppo del motore; il secondo, di andare a caccia di prestazioni e risultati che, siamo sicuri, saranno interessanti".

Tags:
125cc, 2011

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›