Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Chiusa la prima giornata malese: Stoner al comando

Si è conclusa la prima delle tre giornate di test ufficiali MotoGP™ in corso sull’International Circuit di Sepang. Prosegue il lavoro cominciato in mattinata e rimane invariata la parte alta della tabella dei tempi, con Stoner nel ruolo di leader seguito dal compagno di squadra Pedrosa e Lorenzo.

Dopo una mattinata all’insegna del caldo, con 30 gradi nell’aria e 40 sull’asfalto, il pomeriggio del martedì malese è stato segnato da un forte acquazzone durato circa un’ora che ha rallentato l’attività in pista del gruppo dei piloti presenti.

Le condizioni precarie dell’asfalto, che già si presentava in pessimo stato in mattinata secondo le opinioni dei motociclisti, non hanno permesso un grosso cambiamento nei tempi registrati nella prima parte della giornata e hanno limitato l’azione. Mantiene il primato l’attuale Campione del Mondo Casey Stoner (Repsol Honda): l’australiano lascia il tracciato con circa un’ora d’anticipo dopo aver lavorato tutto il giorno sulla messa a punto ottenuta nei test malesi di un mese fa. Per lui un 2:01.761.

Secondo piazzamento per Dani Pedrosa, che a differenza del compagno di squadra Stoner, nel pomeriggio completa qualche giro in più per un totale di 36. Il pilota Repsol Honda, non avendo avuto a disposizione quest’oggi parti nuove da provare, si è concentrato sulla ricerca di una corretta posizione di guida, sull’adattamento al telaio e alla relativa geometria, e sulla gestione del motore e della potenza da esso erogato. Per lui rimane quindi il tempo mattutino, 2:02.005 (+0.244s).

Il terzo classificato Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) ha dichiarato di aver utilizzato un nuovo motore oggi senza però riuscire a sfruttarlo al meglio date le pessime condizioni della pista. Il maiorchino non aggiunge ulteriori tornate a quelle accumulate in mattinata, congedandosi con il suo 2:02.436 (+0.675s). Breve uscita invece per il compagno di squadra Ben Spies che completa 8 giri dell’International Circuit senza però far registrare alcuna modifica al suo 2:02.819 (+1.058s)

Quinta posizione per Álvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) che abbandona il tracciato dopo una giornata spesa nella ricerca di una maggior confidenza con il telaio e, in particolar modo, di una posizione di guida corretta, dato che per il momento lo spagnolo fatica ad adattarsi a quanto richiesto dalla 1000cc. Bautista rimane sul suo 2:02.959, a 1.198s dalla testa.

Sembra in continuo miglioramento la condizione fisica di Nicky Hayden (Ducati Team), che riesce a percorrere ben 55 tornate mantenendo però il precedente 2:03.132, a 1.371s da Stoner. Rimane invece nei box l’inglese Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), impegnato oggi con il lavoro sul motore e sul set up di base del suo prototipo (2:03.213, +1.452s).

È poi la volta delle due Ducati di Valentino Rossi e di Hector Barberá: l’italiano del team ufficiale è il primo ad uscire in pista subito dopo la fine dell’acquazzone pomeridiano. Rossi, positivo per le buone sensazioni provate in sella alla Ducati 1000cc sul bagnato, completa un totale di 39 tornate mantenendo il precedente 2:03.245 (+1.484s) e continuando il lavoro sull’elettronica della Desmosedici GP12. Barberá (Pramac Racing) chiude la prima giornata dopo aver lavorato sul motore e sulla ricerca di un maggior grip apportando modifiche al forcellone. Lo spagnolo firma un 2:03.612, a 1.851s dalla vetta.

Completa la top ten il Campione del Mondo Moto2 in carica Stefan Bradl: l’uomo del team LCR Honda è parso sicuro in sella al suo prototipo e soddisfatto per il lavoro sull’elettronica svolto oggi. Il tedesco aggiunge 7 tornate alla mattinata mantenendo il suo 2:03.820 (+2.059s).

Un gradino sotto troviamo Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech 3), oggi penalizzato da un problema nell’elettronica, in particolar modo al freno posteriore. Nonostante tutto l’italiano è riuscito ad andare avanti nella ricerca di una migliore posizione di guida in sella alla sua M1.

Abbassa di due decimi il precedente miglior crono l’americano del team NGM Mobile Forward Racing: Colin Edwards percorre un totale di 25 tornate con un tempo sul giro di 2:05.510. Si piazza alle sue spalle il collaudatore del Ducati Team Franco Battaini seguito dal duo del team Avintia Racing Ivan Silva e Yonny Hernandez.

La tabella completa dei tempi del martedì è visibile qui.

Tags:
MotoGP, 2012, Casey Stoner

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›