Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

De Puniet miglior CRT a Jerez

De Puniet miglior CRT a Jerez

Risultati incoraggianti che fanno ben sperare per la coppia di piloti del team Power Electronics Aspar: Randy de Puniet e Aleix Espargaró comandano l’intero gruppo CRT.

Il team Power Electronics Aspar ha dimostrato di saper affrontare con capacità e determinazione i problemi riscontrati, dopo che entrambi i piloti hanno dovuto vedersela nella mattinata di domenica con una mancanza di grip nell’anteriore. De Puniet e Espargaró si sono subito rimboccati le maniche riuscendo a migliorare la messa a punto di sospensioni e telaio, focalizzando l’attenzione in particolar modo sulle gomme al fine di aumentare la velocità in curva.

Piccoli run di 5-7 giri hanno permesso loro di provare una buona varietà di combinazioni, che ha portato a risultanti incoraggianti nel pomeriggio. La coppia si è ancora una volta dimostrata la più veloce fra le CRT, regalando così una buona dose di confidenza per la prima gara di Quatar.

Randy de Puniet, Power Electronics Aspar
“Domenica mattina abbiamo faticato parecchio con il grip all’anteriore, e abbiamo dovuto lavorare sodo per risolvere il problema. Ci sono volute circa tre ore, e alla fine abbiamo optato per uno pneumatico che avevamo già provato venerdì e c’è stata subito una grande differenza. A parte la battuta d’arresto di ieri mattina, lascio Jerez con soddisfazione perché ci siamo dimostrati veloci, sempre davanti alle altre CRT e non troppo lontani da alcuni prototipi. Il nostro passo è buono e siamo pronti per l’inizio del Campionato. Sono soddisfatto del potenziale della ART, e penso si possa ambire ad un livello elevato quest’anno, anche in gara. Sono anche finto al suolo, probabilmente ho spinto troppo con una gomma anteriore usurata, ma per fortuna non andavo troppo forte”.

Aleix Espargaró, Power Electronics Aspar
“Ieri il chattering ci ha infastidito per tutto il giorno, e non capisco perché, ma ho davvero faticato a trovare il giusto ritmo in mattinata. Siamo cresciuti parecchio con le nuove Bridgestone ma non abbastanza, quindi dobbiamo proseguire il lavoro. Ho bisogno di una maggior confidenza in entrata di curva. Passo dopo passo siamo riusciti a trovare un buon ritmo con una nuova gomma, ma c’è bisogno di una soluzione migliore per aumentare la velocità a metà curva. Abbiamo svolto un gran lavoro su teliaio e sospensioni, migliorando il feeling generale, quindi seguiremo questa direzione in Qatar. La cosa positiva è che sono fra le CRT più veloci dello schieramento, ma basta guardare il mio compagno di squadra per capire che possiamo essere ancora più rapidi”.

Comunicato stampa Power Electronics Aspar.

Tags:
MotoGP, 2012, Power Electronics Aspar

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›