Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Fenati come Manako

L’italiano all’esordio sul podio emula il giapponese, ultimo a riuscirci nella categoria cadetta nel 1994

Romano Fenati e il Team Italia FMI regalano alla storia uno dei migliori debutti di sempre nel Campionato del Mondo. Dimostrazione di forza e maturità per il sedicenne ascolano che sin dalla partenza ha messo in mostra il suo talento conquistando la prima posizione già alla prima staccata.

Romano Fenati -2º

"Sono molto contento. Fare podio all'esordio è una bella soddisfazione ed è frutto del lavoro e dei sacrifici che faccio tutti i giorni in allenamento. Voglio ringraziare la Mia Famiglia, soprattutto mio nonno Romano e la Federazione che mi ha messo a disposizione una moto perfetta ed un team di meccanici superlativi. Volevo vincere, ma va bene così. Andiamo a Jerez per fare al meglio il nostro lavoro e se possibile migliorare il risultato del Qatar".

Paolo Sesti (Presidente Federazione Motociclistica Italiana)

"Un risultato che ci ripaga del lavoro fatto nell'ombra in questi mesi. Voglio ringraziare personalmente tutto il team, i meccanici e tecnici che hanno realizzato questo piccolo capolavoro. Non abbiamo ancora fatto niente, ma è un primo passo importante. La strada è quella giusta. Il mio pensiero di riconoscenza va alle aziende che hanno supportato al meglio il nostro lavoro: Ftr, Honda, Geotechnology e Dunlop. Un grazie anche a chi come Dainese, AGV, Do design, Eni e il Mugello Circuit hanno 'scommesso' sul nostro progetto giovani 2012. Il Team Italia FMI è tornato".

Tags:
Moto3, 2012, Romano Fenati, LCR Honda MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›