Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Pioggia e box: Jerez a rallentatore

In Europa torna l'orario canonico della MotoGP™, con la classe regina “in pista” subito dopo la classe cadetta. La pioggia rovina i piani di tutti. I migliori ai box.

La MotoGP™ si apre con le peggiori condizioni possibili. La pioggia, arrivata a due minuti dal termine delle libere Moto3™, non cade con continuità rendendo la pista sufficientemente scivolosa, ma non abbastanza bagnata per tentare una sortita. Ci provano nei primi minuti Ivan Silva (Avintia Racing MotoGP), Randy de Puniet (Power Electronics Aspar) e Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing Team), sono costretti al rientro quasi immediato con il solo spagnolo in grado di chiudere un giro in 1'48.674.

Mezz'ora buttata con i soli Silva e Abraham a tentar fortuna tra i cordoli bianco-azzurri del tracciato andaluso. Per il numero 22 c'è stata la possibilità di provare sia il telaio FTR-BQR (lo stesso di Qatar) che il nuovo in fibra di carbonio firmato da Inmotec.

Alla fine ci proveranno anche Stefan Bradl (LCR Team), Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini), Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini), Mattia Pasini (Speed Master) e Yonny Hernandez (Avintia Racing MotoGP), ma con tempi per nulla indicativi.

Le stelle della MotoGP ci riproveranno alle 14.10 ora italiana.

Tags:
MotoGP, 2012, FP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›