Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Stoner centra il miglior tempo all'Estoril

Stoner centra il miglior tempo all'Estoril

L'australiano primo e Pedrosa 4º. Domani si fa sul serio con FP3 e qualifiche

Il Gran Premio del Portogallo, terzo appuntamento del Campionato MotoGP 2012, ha preso ufficialmente il via sul circuito di Estoril con il pilota Repsol Honda Casey Stoner che ha centrato il miglior tempo con un crono di 1'38.396. Il compagno di squadra, Dani Pedrosa, ha chiuso in quarta posizione nella classifica combinata con un crono di 1'38.797. Come nelle prime due gare della stagione, anche oggi nei due turni di libere si è assistito ad una lotta serrata tra i piloti Honda e quelli Yamaha.

Il maltempo ha condizionato buona parte della prima sessione di prove MotoGP e, come era già avvenuto a Jerez la scorsa settimana, questa mattina i piloti sono scesi in pista con temperature fredde e chiazze di bagnato sull’asfalto, tanto che i piloti Repsol Honda hanno potuto usare le gomme slick soltanto negli ultimi 10 minuti del turno. Sia Casey che Dani hanno dovuto aspettare la sessione del pomeriggio per girare con un buon passo sull’insidioso circuito di Estoril in sella alle nuove mille.

I piloti ufficiali Honda hanno sfruttato al meglio il turno del pomeriggio per lavorare sulla messa a punto delle loro RC213V su una delle piste più impegnative della stagione per il suo particolare layout che combina un rettilineo abbastanza lungo con curvoni veloci e frenate violente. I motori torneranno a rombare domani con il terzo turno di libere e le qualifiche che stabiliranno l’ordine di partenza del Gran Premio del Portogallo. 

Casey Stoner

"Questa mattina abbiamo fatto qualche giro per capire la moto su questo circuito, verificare che tutto funzionasse bene e, come era successo a Jerez, vedere i punti in cui rimangono delle chiazze di bagnato. Nel pomeriggio, nonostante fossero rimaste delle parti umide, siamo riusciti a sfruttare il turno. La moto sembra funzionare bene e abbiamo le idee chiare sul lavoro da svolgere domani”.

Dani Pedrosa

“Si è ripetuta una situazione simile a quella incontrata a Jerez: questa mattina abbiamo girato pochissimo e nel pomeriggio le prove sono state complicate perché la pista era molto scivolosa, non avevamo grip sia anteriore sia posteriore ed era difficile capire come si comportava la moto perché le gomme semplicemente pattinavano. Il nuovo asfalto trattiene l’acqua così abbiamo dovuto cambiare le traiettorie. Speriamo che non torni a piovere e che la pista possa asciugarsi completamente perché soprattutto l’ultima curva era rimasta molto bagnata. Spero che domani la pista migliori a livello di grip così da poter iniziare a lavorare bene sulle sospensioni. Se migliora la pista, ugualmen te farà la moto”.

Tags:
MotoGP, 2012, GRANDE PREMIO DE PORTUGAL CIRCUITO ESTORIL, Dani Pedrosa, Casey Stoner, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›