Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Stoner cade ma è davanti

A Le Mans Casey Stoner nel bene e nel male. Cade a 20 minuti dal termine ma è il più rapido. Dietro ben tre Yamaha anche se manca Spies solo 11º. Rossi è settimo.

Questione di secondi e le FP3 del Monster Energy Grand Prix de France si aprono con due "crash": Danilo Petrucci cade all'altezza della curva 7 con la Came IodaRacing mentre Mattia Pasini è protagonista di un Highside alla curva 3 con la ART Speed Master. Entrambi i piloti senza conseguenze anche se il numero 54 lascia la pista in barella.

Davanti i tempi sono, come in Moto3™, lontani dai migliori di ieri pomeriggio, almeno fino a metà sessione quando i piloti cercano più soluzioni per la gara che il tempo sul giro. A 25 minuti dal termine è Dovizioso (Monster Yamaha Tech3) il più rapido, ma comunque a quasi 8 decimi dal miglior crono di Stoner di ieri (1'33.7).

Proprio l'australiano è vittima di una scivolata all'inizio del terzo settore quando sono 20 i minuti al termine della prova. Il numero 1 perde probabilmente l'anteriore sul cordolo a centro curva e finisce nelle vie di fuga.

A 6 minuti dal termine rientra in pista proprio l'australiano e fa segnare il miglior tempo della sessione (1'33.945s) oltre a dimostrare buone sensazioni anche con la seconda moto. Alle sue spalle chiude Cal Crutchlow(Monster Yamaha Tech3), con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo su Yamaha Factory e completano una top4 che parla molto Yamaha.

Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini) è quinto, e ancor più importante davanti alla Honda ufficiale di Dani Pedrosa (Repsol). In settimana piazza troviamo Valentino Rossi: oggi è lui ad aprire il trenino Ducati seguito da Hector Barberá (Pramac), Nicky Hayden (Ducati) e Karel Abraham (Cardion AB).

In CRT Randy de Puniet si conferma il più rapido con la ART Power Electronics, seguito a ruota da Michele Pirro su San Carlo Honda Gresini.

Tags:
MotoGP, 2012, FP3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›