Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lorenzo su Pedrosa a Montmeló

Lorenzo su Pedrosa a Montmeló

Jorge Lorenzo è sempre più leader della classifica dopo la vittoria sul tracciato di casa. Ora sono 20 i punti di Stoner che perde il podio dopo 19 volte consecutive. Pedrosa secondo, Dovizioso sul podio con la Yamaha.

Le temperature leggermente più basse convincono molti piloti a scommettere per la gomma a mescola morbida posteriore (tutti tranne le Repsol, De Puniet, Abraham e Bradl). Partenza tutta a favore della seconda fila con Dani Pedrosa e Ben Spies ad occupare le prime posizioni di questo Gran Premi Aperol de Catalunya.

Spies trova la prima posizione all’inizio del terzo giro, ma al toccare l’erba dopo essere uscito di linea cade e rientra in 20ª posizione (chiuderà 10º). Poco prima Stoner commette un piccolo errore e finisce in quinta posizione alle spalle delle due Monster Yamaha Tech3 di Dovizioso e Crutchlow.

Nelle retrovie Yonny Hernandez salva una caduta mentre lottava per la leadership CRT con Espargaró. Davanti Lorenzo attacca con successo Pedrosa e trova un mini vantaggio sul connazionale; in parallelo Stoner si libera di Crutchlow ed è quarto.

Errore di Lorenzo a 13 giri dal termine che permette a Pedrosa di correre in solitaria e a Dovizioso di mettersi a ruota del compagno di scuderia spagnolo. L’italiano non sfrutta però l’opportunità e in un giro "disgraziato" rimette in gioco Stoner e Crutchlow per il podio. Dietro Bautista e Rossi si sfidano per la sesta piazza.

Il colpo di grazia arriva a 5 giri dal termine: Jorge Lorenzo approffitta di una disattenzione di Pedrosa all’altezza della curva numero 10 e si porta in testa. Da lì il ritmo del leader del mondiale si fa forsennato e la vittoria diventa automatica per lo spagnolo che porta così a 20 le lunghezze di vantaggio su uno Stoner costretto alla medaglia di legno.

Lorenzo ha dichiarato a fine gara: “Sono molto contento di questa vittoria in un fine settimana così complicato. Abbiamo fatto molto meglio di ieri nonostante il grip oggi fosse decisamente più basso rispetto a ieri".

"All'inizio della gara era facile commettere errori alle spalle di Ben e Dani, per questo ho deciso di aspettare il momento opportuno. Quando Ben è caduto ho pensato che fosse il mio momento. Ho seguito Dani e quando ha rallentato il suo ritmo l'ho passato e ho spinto al massimo fino alla fine," ha concluso.

Sul podio vanno Dani Pedrosa, terzo ora nel mondiale a 10 punti dall’australiano e a 30 da Lorenzo, e Andrea Dovizioso che alla quinta gara assoluta con una Yamaha trova il primo podio della sua carriera. Top5 completata da Cal Crutchlow, mentre è bravo Alvaro Bautista a resistere per tutta la gara agli attacchi di Rossi. Lo spagnolo è 6º anche se per Rossi le buone notizie non mancano: i 15 secondi accusati dalla vetta sull’asciutto sono un netto passo in avanti rispetto alle altre gare del 2012.

In CRT Aleix Espargaró conferma la leadership di categoria in sella alla ART del team Power Electronics Aspar. Alle sue spalle Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) lotta fino all’ultimo ed è 13º. "Sul podio" anche Randy de Puniet che è anche l’ultimo pilota a punti.

Tags:
MotoGP, 2012, GRAN PREMI APEROL DE CATALUNYA, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›