Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Test Motorland: Lorenzo davanti

Test Motorland: Lorenzo davanti

Lorenzo chiude in test la giornata di test sul tracciato di Motorland Aragon. Dietro di lui tutte le Yamaha e Barberá. Lontano Rossi a più di un secondo.

Conclusa anche la seconda giornata di test, questa volta sul circuito di Motorland, Aragon. Temperature molto elevate e 14 piloti della classe regina in pista. I più veloci, come a Montmeló si sono dimostrati i piloti Yamaha:

Jorge Lorenzo (Yamaha Factory) dopo il miglior tempo di lunedì comanda questa sessione con il tempo 1'49.187 (poco più di un decimo dal record del circuito di Stoner nel 2011) precedendo il compagno di squadra Ben Spies per 255 millesimi di secondo. I due ufficiali della casa di Iwata hanno continuato a provare elettronica e componenti già testate in Catalunya per confermare le buone sensazioni di lunedì.

Alle spalle del team Yamaha Factory si piazza il duo del Monster Yamaha Tech3. Cal Crutchlow ritrova il feeling dopo la caduta di lunedì, mentre Andrea Dovizioso, alle prese con le specifiche nuove del motore e con l'elettronica della sua M1, è l'ultimo in grado di correre sotto l'1'50 anche se per soli 113 millesimi di secondo.

Buon tempo anche per Hector Barberá (Pramac Racing) che con un 1'50,196 rimane ad un secondo netto dalla vetta della classifica. Dietro lo spagnolo trovano spazio Nicky Hayden (Ducati Team), Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini). Lo spagnolo ha sfruttato questa giornata per trovare un set up di base su questo tracciato.

In pista anche Valentino Rossi (Ducati Team) per trovare un feeling mai troppo forte tra la sua Ducati e il tracciato aragonese. Niente prove di forcellone in alluminio come era in programma, ma grandi manovre a livello di set up. L'italiano si piazza davanti a Stefan Bradl (LCR Honda) e Karel Abraham (Cardion AB). Il tedesco, una volta spesa la mattinata per aumentare il feeling su una pista mai provata con la RC213V, ha concetrato i propri sforzi su sospensioni e differenti soluzioni di telaio; più sfortunato il pilota ceco vittima di una caduta e costretto ad abbandonare anticipatamente i test per una forte botta alla mano.

In CRT domina Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) con il tempo di 1'52.452. Vicinissimi Yonny Hernandez su Blusens Avintia MotoGP e Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing) (+0.087s) mentre e Ivan Silva (Blusens Avintia) completa il gruppo. In particolare lo spagnolo, caduto in mattinata con la Inmotec, ha continuato nel pomeriggio lo sviluppo della FTR.

Tags:
MotoGP, 2012

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›