Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

In casa Repsol sorride solo Pedrosa

In casa Repsol sorride solo Pedrosa

Dani Pedrosa ha conquistato la sua prima vittoria stagionale nel Gran Premio di Germania in una gara mozzafiato che ha visto il suo compagno di squadra, Casey Stoner, cadere a sole due curve dalla bandiera a scacchi, mentre si trovava in seconda posizione.

I piloti Repsol Honda hanno dominato imponendo un passo incredibile sin dall’inizio, tanto da arrivare all’ultimo giro, ruota contro ruota, con quasi 15 secondi di vantaggio su Lorenzo, che si trovava in terza posizione.

Guidando al limite, Dani e Casey hanno duellato per la prima posizione con Dani che infine si è aggiudicato la sua terza vittoria consecutiva al Sachsenring (la quarta in MotoGP e la quinta complessiva sulla pista tedesca).

Con il successo odierno, Dani si porta in seconda posizione in Campionato con 146 punti, mentre Casey, che oggi è caduto per un suo errore dopo 25 partenze in sella alla Honda, è terzo con 140 punti.

Dani Pedrosa

“Sono molto contento di questa vittoria, l’abbiamo rincorsa a lungo ed è una grande soddisfazione non solo per me, ma anche per il team, che non ha mai mollato, per la mia famiglia e i fans che mi hanno sostenuto anche quando facevamo un secondo o un terzo posto. I podi conquistati quest’anno sono importanti, ma volevo regalare una vittoria alla squadra e l’ho fatto in un circuito dove mi sono sempre divertito. È stata una gara dura, Casey andava fortissimo e negli ultimi giri mi faceva molta pressione, ma sapevo che avevamo un buon passo ed ero pronto a giocarmi la vittoria con lui fino all’ultima curva. Cercavo di frenare tardi, chiudere tutte le porte. Finalmente abbiamo festeggiato e questo successo ci da tanta motivazione per le prossime gare ed è molto positiva anche per il Campionato, ma non possiamo rilassarci. Quest’anno per nessuno di noi la vittoria è arrivata in modo facile, così dobbiamo continuare a lavorare e dare il massimo”.

Casey Stoner

"Sono molto deluso. Stavo lottando per la vittoria e la mia strategia era tentare il sorpasso all’ultima curva! Mi dispiace molto perché la moto funzionava bene, giravamo qualche decimo più veloci di Dani e ero fiducioso di riuscire a passarlo. Nell’ultimo giro ho fatto un errore all’ingresso della curva 1 e sono stato costretto a spingere più di quanto avrei voluto, ma ho ripreso Dani esattamente dove avevo pensato e mi sono prefissato di superarlo all’ultima curva, se non si fosse presentata prima un’altra opportunità. Mi sentivo bene, ma appena ho provato a girare, si è chiuso il davanti. Avevo già rilasciato i freni e non mi trovavo in un punto di forte fren ata, ma come ho allentato i freni, il peso si è spostato in avanti e sono caduto. È stato frustrante, non mi è stato permesso di rialzarmi e provare a guadagnare qualche punto. La moto era in perfette condizioni, ma i commissari mi hanno allontanato. Oggi è stata la nostra prima caduta in gara di quest’anno, non succedeva da tanto che cadevo per colpa mia, così sono amareggiato perché avevamo il passo per vincere. Comunque, se possiamo continuare con questo stato di forma per il resto della stagione, non dovremmo essere preoccupati per il Campionato".

Tags:
MotoGP, 2012, eni MOTORRAD GRAND PRIX DEUTSCHLAND, Casey Stoner, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›