Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Marquez dall’inizio alla fine, 4ª vittoria stagionale

Cade Iannone, Espargaró è limitato da una sciagurata qualifica e allora Marc Marquez può rinforzare la sua leadership. Sul podio con lui Kallio e De Angelis, entrambi alla prima apparizione in questa stagione

Inizia l’eni Motorrad Grand Prix Deutschland con la classe Moto2 che apre le danze. Partenza senza affanni per Marquez che mantiene la prima posizione seguito dalla prima fila con Kallio e Simon. Una caduta subito per uno dei possibili protagonisti: Scott Redding (Marc VDS Racing).

Da dietro inizia la sua personale rimonta Pol Espargaró, già 11º al termine del primo giro, mentre davanti Iannone si rende protagonista di un doppio sorpasso su Simon e Smith: l’obiettivo è non lasciar scappare il duo di testa.

Iannone sembra avere una marcia in più e dopo 5 giri è già alle spalle di Marquez impegnato in un remake della gara di Assen. Da dietro recuperano bene sia De Angelis che Espargaró, entrambi con ritmo da podio. Cadono anche Eric Granado (JiR Moto2), Toni Elias (Mapfre Aspar) e Alessandro Andreozzi (Speed Master).

A 19 giri dal termine l’errore di Andrea Iannone che perde aderenza entrando in una delle curve più lente del circuito. Rientra in pista in 26ª posizione, ma la sua gara è ovviamente compromessa. Adesso sono Kallio e De Angelis i rivali di Marquez, con Smith e Corsi che alzano il ritmo e provano a recuperare.

Il sammarinese è il pìlota con più ritmo nel terzetto di testa. Dietro, con 13 giri da completare, Espargaró guida Corsi e Smith verso la vetta della gara. Caduta per Randy Krummenacher (GP Team Switzerland) mentre sono costretti al ritiro Yuki Takahashi (NGM Mobile Forward Racing) e Axel Pons (Pons 40 HP Tuenti).

Vince ancora Marc Marquez, al 4 trionfo stagionale. Lo spagnolo liberatosi dell’unico rivale in grado di lottare con lui oggi (Iannone), ha vita facile e ora conduce il mondiale con 152 punti, 43 punti su Espargaró e 45 su Luthi, rispettivamente 4º e 5º oggi.

Sul podio due volti nuovi di questa stagione, ma di certo non sconosciuti ai più: Mika Kallio torna nella top3 (2º) da Valencia 2011 e Alex de Angelis dimostra di avere ragione con il passaggio a FTR e trova la terza posizione.

Tags:
Moto2, 2012, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›