Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Il Mugello chiude il "trittico" MotoGP

Dopo Assen e Sachsenring, ecco l’appuntamento italiano tra le colline toscane per un’altra grande sfida su due ruote.

Terza gara di fila per la classe regina di scena al Mugello, per il Gran Premio d’Italia TIM. Per 27 volte, di cui 22 consecutive dal 1991 ad oggi, il calendario MotoGP ha fatto tappa tra le colline toscane e tra pochi giorni sarà tempo per una nuova sfida tra i migliori delle due ruote.

Pur non partendo da favorito, Valentino Rossi sarà senza dubbio tra i più acclamati. Qui l’italiano ha vinto come nessuno, con un trionfo in 125, uno in 250 e ben sette nella classe regina. Il suo binomio con Ducati non è ancora arrivato alla chiave di volta, ma su questo tracciato il pilota di Tavullia ha già provato in varie occasioni in questa stagione e la ricerca del miglior setting, in condizioni meteo normali, non dovrebbe essere un problema.

Altro grande atteso sarà il pilota Monster Yamaha Tech3 Andrea Dovizioso, alla prima avventura con la casa di Iwata e già con 3 podi nel currilum da inizio stagione. Qui lo scorso anno l’italiano fece una delle migliori gare della sua ultima annata con HRC, dando filo da torcere a Stoner fino all’ultimo giro.

Occhi puntati insomma su tutto il contingente italiano, che conterà anche con vari esponenti nella classe CRT: su tutti Mattia Pasini (Speed Master) potrebbe avere una marcia in più su un circuito che lo ha visto ben due volte sul gradino più alto del podio, ma Danilo Petrucci (Came IodaRacing Project) e Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini), non vorranno essere da meno.

Tornando alla parte alta della classifica, il Mugello ospiterà animi profondamente diversi da quelli pre-Sachsenring: Casey Stoner è passato da primo a terzo in classifica generale, Dani Pedrosa ha finalmente trovato la prima vittoria, mentre Jorge Lorenzo, senza quasi rendersene conto, ha rafforzato la leadership del mondiale. I tre fenomeni della classe regina sono divisi da appena 20 punti e questo fine settimana sarà fondamentale per capire chi può avere una marcia in più nella seconda parte di stagione.

Ad ambire al podio, ci saranno anche Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) e Ben Spies (Factory Yamaha Racing), con l’aggiunta del sempre più convincente Stefan Bradl (LCR Honda), ancora in top five in Germania.

Gara "di casa" poi per Alvaro Bautista, che difende i colori del team San Carlo Honda Gresini, e per Hector Barberá che corre per il team Pramac Racing. Entrambi gli spagnoli vengono da una bella gara al Sachsenring e la certezza per il numero 19 sarà quella di partire almeno un po’ più avanti sulla griglia di domenica.

Nonostante gli sforzi per recuperare dall’infortunio alla mano, Karel Abraham sarà costretto a saltare anche il GP del Mugello. Questa volta Franco Battaini, impegnato in alcuni test per Ducati, non sarà disponibile e difficilmente il team Cardion AB si presenterà al via dell’appuntamento italiano.

In CRT, italiani esclusi, gli uomini da battere saranno ancora quelli del team Power Electronics Randy de Puniet e Aleix Espargaró con "outsider" Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing).

Tags:
MotoGP, 2012

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›