Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Il Mugello con Marquez in fuga

43 punti di vantaggio e 9 gp ancora sul calendario. In Italia sarà un’altra grande sfida firmata Moto2.

Al Mugello continua la rincorsa al leader della classifica Marc Marquez (Catalunya Caixa Repsol) che al Sachsenring ha dato prova di grande maturità e che ora vanta ben 43 punti in generale sul primo inseguitore. Più costante di tutti e quasi sempre in prima fila, per non dire in pole, lo spagnolo arriva ora in Italia dove 2 anni fa vinse il suo primo GP e dove l’anno scorso spaventò Stefan Bradl nella lotta per il titolo.

Dietro di lui sono tre i rivali da tenere in considerazione per il titolo: nell’ordine Pol Espargaró (Pons HP 40 Tuenti), Thomas Luthi (Interwetten Paddock) e Andrea Iannone (Speed Master). Per tutti e tre, il passato GP è stato un duro colpo da assorbire con lo spagnolo e lo svizzero costretti ad una gara in rimonta dopo una qualifica da dimenticare e con l’italiano che nonostante un ritmo da podio, è caduto a metà corsa. Qui sono saliti tutti sul podio con Iannone in particolare che dominò tutto il fine settimana 2010, gara flag to flag inclusa.

Non solo Iannone per le speranze italiane, che quest’anno contano su Claudio Corti (Italtrans), ottavo in classifica generale e già capace di salire sul podio in Francia e Simone Corsi (Came IodaRacing), 13º in generale, e che al Mugello ha vinto nel 2008 ed è salito sul podio due anni dopo nonostante una disastrosa qualifica. Menzione speciale anche per Alex de Angelis (NGM Mobile Forward Racing), con il sammarinese che arriva forte all’appuntamento italiano.

L’attesa non manca anche per le speranze inglesi chiamate Scott Redding (Marc VDS Racing) e Bradley Smith (Tech3). Meglio il numero 38 sulla carta che ha vinto in 125 nel 2009 ed è salito sul podio lo scorso anno.

Tags:
Moto2, 2012

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›