Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pedrosa ad un passo da Lorenzo

Pedrosa ad un passo da Lorenzo

Il Repsol Honda Team ha iniziato in modo positivo la prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Italia, con Dani Pedrosa che ha chiuso in seconda posizione, a soli 31 millesimi da Lorenzo e Casey Stoner sesto, a 4 decimi dal miglior tempo.

Dani e Casey hanno sfruttato al meglio le ottime condizioni meteo per provare le gomme Bridgestone sul veloce e scorrevole circuito del Mugello ed iniziare il lavoro di messa a punto delle loro RC213V. Entrambi hanno lavorato con la gomma posteriore dura "standard", la mescola che probabilmente verrà scelta per coprire la distanza della gara, pari a 23 giri.

Vincitore al Sachsenring la scorsa settimana e al Mugello nel 2010, Dani ha progredito molto nella sessione del pomeriggio, girando in 1’48.107, tre decimi sotto il record del circuito (stabilito lo scorso anno da Lorenzo con 1’48.402), mentre Casey, che aveva dominato qui nel 2009, ha chiuso vicinissimo con un crono di 1’48.527.

Dani Pedrosa

“Questa mattina abbiamo avuto dei problemi con le gomme, ma sono contento del miglioramento che abbiamo fatto nel pomeriggio e domani conto di fare un altro passo in avanti. Nella FP1 abbiamo faticato un po’ a prendere il ritmo, ma nel corso delle due sessioni ci siamo avvicinati a Lorenzo, che sembra abbia trovato una buona messa a punto sin dall’inizio. Questo pomeriggio volevamo completare i 12 giri che Bridgestone ci ha richiesto di fare con la mescola "standard" dura. Avevamo programmato di fare questo long run alla mia prima uscita, ma non ho potuto completare tutti i giri perché è stata esposta bandiera rossa. Sono comunque contento di come abbiamo chiuso la giornata e abbiamo delle idee per dom ani. Dobbiamo trovare più grip e una migliore frenata per guadagnare 3 o 4 decimi”.

Casey Stoner

“Non è stato un buon inizio e non sono troppo soddisfatto del passo con cui abbiamo girato oggi. Questa mattina siamo partiti un po’ indietro e poi lentamente abbiamo fatto dei progressi. Nel pomeriggio abbiamo cercato di far lavorare la gomma dura "standard", provando varie soluzioni, ma senza successo. Ogni volta che uscivo in pista per provare qualcosa di diverso, non funzionava. Al momento non riusciamo a portare le gomme alla stessa temperatura degli altri. Abbiamo tentato di risolvere questo problema, provando vari set up, ma ancora non ci siamo riusciti. Stasera dobbiamo pensare un po’ per arrivare domani con nuove idee per provare qualcosa di diverso”.

Tags:
MotoGP, 2012, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM, Casey Stoner, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›