Acquisto Biglietti
Acquisto VideoPass

Lorenzo comanda nella mattinata di test al Mugello

Assente Spies, varie novità soprautto in casa Honda e per le CRT di Edwards e dei piloti del team Power Electronics.

Alle 10.00 in punto di questa mattina si è aperta la giornata di test ufficiali MotoGP sul tracciato del Mugello con qualche pilota in meno rispetto al programma originale: alla confermata assenza di Karel Abraham (Cardion ab) e James Ellison (Paul Bird Motorsport), si aggiungono quelle di Danilo Petrucci (Came Iodaracing), Mattia Pasini (Speed Master) e del convalescente Ben Spies (Factory Yamaha Racing).

Primi a scendere in pista sono stati il leader del mondiale Jorge Lorenzo(Factory Yamaha Racing), spesso tra i più puntuali all’ora di provare, e Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing).

Iniziamo proprio dal vincitore del GP di ieri: lo spagnolo è tornato in pista per confermare il lavoro iniziato nei test di Catalunya e Aragon con nuove specifiche per il motore, un motore di prova, diverso da quelli utilizzati questo fine settimana. Al momento è il 99 ad avere il miglior tempo (1’47.435).

In casa Honda c’è grande fermento per le prove con le moto 2013: Dani Pedrosa (2º a 114 millesimi) e Casey Stoner (5º a 365 millesimi) stanno testando i prototipi, già messi a punto in Giappone dal collaudatore Akiyoshi (presente oggi sul circuito) con l’obiettivo di eliminare i problemi di chatter che stanno complicando la stagione in casa Repsol. Lo spagnolo e l’australiano stanno anche provando una nuova specifica disegnata per rendere il propulsore più potente e la moto più guidabile.

Buoni tempi anche in casa Monster Yamaha Tech3 con Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso rispettivamente 3º e 4º. Non ci sono novità nel team satellite francese da provare, quindì concentrazione sulla messa a punto del telaio, che secondo l’italiano non era al 100% in gara.

In sesta posizione troviamo il rookie Stefan Bradl (LCR Honda) che sta provando nuove pastiglie dei freni, una nuova pompa freno e nuove componenti di ohlins (forcelle anteriori e sospensione posteriore).

Completano le prime otto posizioni le Ducati di Nicky Hayden e Valentino Rossi, entrambi staccati di poco più di un secondo dalla vetta, mentre Alvaro Bautista e Hector Barberá chiudono il gruppo di piloti ufficiali (9º con il tempo di 1’48.958 e 11º con il tempo di 1’50.004).

In CRT novità in casa Power Electronics con Aleix Espargaró e Randy de Puniet alle prese con un nuovo telaio e nuove componenti. Per Colin Edwards prove con la FTR di Michele Pirro (motore Honda) e con quella di Yonny Hernandez (motore Kawasaki) mentre in casa Avintia si torna a lavorare sul telaio Inmotec.

Tags:
MotoGP, 2012

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›