Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Zarco, top ten nonostante la penalità

Zarco, top ten nonostante la penalità

Il francese dimostra sempre di più l’ottimo impatto sulla classe intermedia, Granado intanto fa esperienza.

Si è concluso con l’odierna gara del Mugello il trittico del Campionato del Mondo, che ha visto i due piloti del Team JiR Zarco e Granado concludere rispettivamente in 10° e 21° posizione.

Il francese, scattato dalla 18° casella in griglia a seguito della penalizzazione (15 posizioni aggiuntive rispetto alla qualifica, in cui era risultato 3°) per la collisione di ieri in prova, ha faticato a trovare la giusta aggressività sin dall’inizio. Una volta trovato il ritmo giusto è riuscito a lottare nel gruppo di inseguitori che si era formato, riuscendo a chiudere in 10° posizione a 13" dal vincitore Iannone e facendo registrare il 9° miglior tempo.

Eric Granado dalla sua 32° posizione in griglia è riuscito a scattare bene e a recuperare buone posizioni, poi non è riuscito a tenere lo stesso ritmo dei diretti inseguitori soffrendo il caldo e la tecnicità del circuito toscano.

Johann Zarco

"Il decimo posto va abbastanza bene, ho finito a soli 13 secondi dal primo e questo significa che il mio passo non era male, sono un po' dispiaciuto per il finale perché ero in lotta con Corti, Kallio e Krummenacher ma non sono riuscito ad avere la meglio sui tre, Corti mi ha preceduto. Sono partito abbastanza cauto perché non volevo prendere rischi e magari toccarmi con qualcuno, questo mi ha fatto perdere un po' di posizioni, poi sono riuscito a trovare un buon ritmo, solo che ogni volta che sorpassavo qualcuno poi venivo ripassato sul dritto con le scie. Ho fatto molta fatica, non voglio aggrapparmi a questo ma magari se non avessi perso quei metri sul dritto avrei potuto essere nel gruppo con Nakagami e Marquez. Il primo obiettivo di oggi era comunque finire la gara e andare a punti, lo abbiamo centrato e di questo sono soddisfatto, in chiave campionato abbiamo il 7° posto ancora a tiro e questo sarà il mio obiettivo nell'immediato".

Eric Granado

"Ho fatto una bellissima partenza, credo la mia migliore in assoluto, grazie alla quale sono riuscito a passare molti piloti. Nei primi giri sono riuscito ad essere un po' più aggressivo per mantenere la posizione, poi gli altri hanno alzato il ritmo e ho fatto più fatica, ho provato a continuare a spingere e dare il mio massimo ma in queste condizioni così difficili per me non sono riuscito a migliorarmi. Adesso torno in Brasile dove mi dedicherò ancora più intensamente all'allenamento fisico, in vista della seconda metà di stagione che sarà molto più importante. Ho già fatto 4 gare accumulando esperienza, ora è il momento di fare dei passi avanti, devo anche ringraziare il team che mi sta dando un supporto eccezionale per la mia crescita".

Tags:
Moto2, 2012, GRAN PREMIO D'ITALIA TIM, Johann Zarco, Eric Granado, JIR Moto2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›