Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Inizio poco entusiasmante per il Team Ducati

Inizio poco entusiasmante per il Team Ducati

Il Ducati Team, che oggi ha annunciato il rinnovo del contratto con Nicky Hayden per il prossimo anno, ha cominciato la preparazione per il Gran Premio degli Stati Uniti che prenderà il via domenica sul circuito di Laguna Seca.

 

Al termine del primo giorno di prove Nicky Hayden e Valentino Rossi sono rispettivamente settimo e nono, con il pilota italiano che è incappato in una scivolata, senza conseguenze fisiche, a dieci minuti dalla fine del turno pomeridiano e non ha quindi potuto utilizzare la gomma morbida nuova che aveva appena montato.

 

Nicky Hayden (Ducati Team) 7° (1:22.434)

 “E’ stato un giorno meno entusiasmante di quanto avessi sperato, specialmente dopo il grande inizio, con l’annuncio del mio rinnovo. Questa mattina abbiamo avuto qualche problema con i freni mentre nel pomeriggio, anche se siamo andati meglio, non abbiamo trovato un set-up perfetto: al momento il mio feeling è che la gomma dura sembra “troppo” dura e la morbida “troppo” morbida. Dobbiamo scegliere e adattare le regolazioni ad una delle due. Al Mugello ci siamo avvicinati al top  più di quanto mai successo da inizio stagione e quindi, adesso, essere staccati di oltre un secondo su una pista così corta è un po’ troppo. Dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare”. 

 

Valentino Rossi (Ducati Team) 9° (1'22.772)

“Sono caduto a dieci minuti dalla fine delle libere e non ho potuto  usare la gomma morbida nuova che avevamo appena montato. E’ stato un mio errore perché sentivo che andava bene, avevo molto “grip” e ho spinto subito forte. Non ho tenuto conto che davanti avevo una gomma dura che, quando sono arrivato alla curva tre, tra l’altro un po’ troppo largo, probabilmente non era ancora in temperatura. Non mi sono fatto niente, e questa è la cosa importante, ma è comunque un peccato perché poi ho dovuto usare una posteriore dura con cui non era possibile migliorare il tempo, scivolava troppo. Penso che il nostro potenziale sia abbastanza buono per stare con il secondo gruppo, non lontano da Crutchlow e Dovizioso. Vedremo domani, continuando a provare la moto con il setting che mi piace di più, quella con cui sono caduto e che oggi non ho usato con la morbida”.

 

Tags:
MotoGP, 2012, RED BULL U.S. GRAND PRIX, Nicky Hayden, Valentino Rossi, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›