Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Moto3, aspettando Indy

Moto3, aspettando Indy

Un’analisi di motogp.com sulla prima parte della prima stagione della nuova classe cadetta. Clicca sui link e rivivi questo combattutissimo 2012 firmato Moto3.

La prima annata della classe Moto3 non ha tolto fascino alla categoria destinata ai nuovi talenti del Campionato del Mondo, regalando fino ad ora gare sempre interessanti e spesso giocate sul filo dei millesimi. I due favoriti al titolo di inizio stagione hanno confermato le aspettative, nonostante fosse tutt’altro che scontato un adattamento così rapido ai motori 4 tempi 250cc. Così Sandro Cortese (Red Bull KTM e Maverick Viñales (Blusens Avintia) si contendono la leadership mondiale da nove appuntamenti, che motogp vi ripropone di seguito.

Il Campionato si apre come da tradizione sotto i riflettori del circuito internazionale di Losail, dove il tedesco trova la prima pole stagionale e dove lo spagnolo risponde alla grande andando a vincere e trovando subito la vetta della classifica. Non mancano le sorprese in questa prima uscita con il primo podio di Romano Fenati, all’esordio mondiale assoluto con i colori del team FMI Italia.

Proprio l’italiano lascia tutti di stucco quando, due settimane dopo, in un fine settimana dettato da condizioni climatiche complicate, vince il suo primo GP sul tracciato di Jerez de la Frontera. Una gara stradominata in solitaria (quasi 30 secondi sul secondo) dove Salom trova il primo podio della stagione e dove Cortese dimostra di voler fare della continuità l’arma di questo 2012.

All’Estoril Fenati si presenta come leader della classifica mondiale, ma Cortese e Viñales non ci stanno: primo e secondo posto rispettivamente e gerarchie ristabilite con Salom nuovamente sul podio. L’ordine d’arrivo in Portogallo si trasforma anche in quello della generale. Fuori dal podio, ma con un risultato storico, Khairuddin Zulfahmi diventa il primo pilota malese a raggiungere il 4º posto in un GP del Campionato del Mondo.

Il quarto appuntamento della classe Moto3 è di scena in Francia. Un’uscita da sempre caratterizzata da meteo bizzarro e risultati sorprendenti: non fa eccezione Le Mans 2012 che applaude la vittoria sotto il diluvio di Louis Rossi, pilota che più di casa non si può. Dietro di lui Alberto Moncayo (Mapfre Aspar Moto3) e Alex Rins (Estrella Galicia 0,0) trovano l’unica top3 stagionale fino ad ora, con una menzione particolare al numero 42, appena 16enne e già molto competitivo. Nonostante non salga sul podio, è un buon GP per il solo Sandro Cortese, che chiude sesto mentre i primi sei della classifica non concludono la gara.

A Montmeló inizia lo show di Maverick Viñales che dura fino al GP di Assen, passando per Silverstone. Tre vittorie consecutive per il catalano che vedono però sempre presente sul podio il rivale Sandro Cortese (2º,3º e 2º) e che premiano la prima top3 di sempre per un portoghese: dopo Khairuddin, è Miguel Oliveira ad entrare nella storia.

Il Sachsenring e il suo meteo ballerino cambiano nuovamente i valori in campo e, in casa, Sandro Cortese sfrutta anche la forza degli elementi per trovare la seconda vittoria stagionale e con essa anche la vetta della generale. Un irronoscibile Viñales chiude appena 17º mentre Salom è preceduto da Alexis Masbou sul podio. Per il francese è la prima volta così in alto dopo più di 100 GP tra 125 e Moto3.

Al Mugello torna di moda Romano Fenati. L’italiano chiude secondo a una manciata di millesimi da Maverick Viñales in uno dei GP più emozionanti della stagione. La terza piazza di Cortese ne conferma la leadership prima della pausa estiva (il tedesco sempre sul podio a parte Le Mans).

Le ostilità riprenderanno ad Indianapolis il 19 agosto. Nell’attesa, rivivi insieme a motogp.com la prima parte di questa stagione con i link agli highlights di tutte le gare!

Tags:
Moto3, 2012

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›