Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Pedrosa 2º ad Aragon in una giornata condizionata dal maltempo

Il Repsol Honda Team è tornato in pista per la prima giornata di prove libere del Gran Premio d’Aragon, 14esimo appuntamento della stagione, con Dani Pedrosa che ha centrato il secondo tempo della classifica combinata e Jonathan Rea in undicesima posizione.

Le libere della mattina sono state una ripetizione di quanto successo a Misano con il maltempo che ha fortemente condizionato il primo turno di prove, iniziato con un’ora di ritardo dovuto alla presenza di olio in pista lasciato durante la FP1 della Moto3. Dani Pedrosa ha testato la pista ma non ha portato a termine nessun giro cronometrato, mentre Jonathan Rea non è neppure uscito dal garage, perché le condizioni miste della pista non gli avrebbero consentito di acquisire informazioni utili.

Nel pomeriggio la pioggia costante ha visto tutti i piloti scendere in pista, con Dani che ha registrato la massima velocità di punta di 330,5 km/h ed ha chiuso ad appena 66 millesimi dal più veloce, Ben Spies, mentre Jonathan è finito 11esimo.

Dani Pedrosa

“Èstato importante poter provare questo pomeriggio con la pista completamente bagnata per lavorare sulla moto ed ho riscontrato un buon feeling. Poco a poco ho preso il ritmo, anche se non c’era molto grip posteriore e dobbiamo aggiustare ancora un po’ il setting per migliorare in alcune curve. Secondo le previsioni dovrebbe essere brutto tempo anche domani, così sarà importante sfruttare bene le libere della mattina per preparaci al meglio per le qualifiche”.

Jonathan Rea

“È stato abbastanza frustrante perché mi sembra di aver perso un altro giorno, come era già successo a Misano. Al pomeriggio ho potuto provare per la prima volta la moto in condizioni di bagnato, ed ho cercato di capire come funzionano le Bridgestone in queste condizioni. Ho imparato che, anche quando perdono trazione puoi comunque "giocare" un po’ con il gas, cercando più grip. Forse sono stato troppo prudente, sento di dover spingere di più e avere più fiducia quando la moto si muove molto. Non sono troppo soddisfatto di come ho guidato questo pomeriggio perché negli ultimi giri, quando stavo facendo il mio miglior tempo, ho commesso degli errori perché acute; non sentivo la gomma anteriore troppo stabile. Sono contento di aver avuto la possibilità di girare qui qualche settimana fa e di aver completato oltre centro giri, perché dovremmo avere una buona base in condizioni di pista asciutta, mentre sul bagnato non mi sento ancora al 100%. Vediamo cosa ci riserverà il meteo domani”.

Tags:
MotoGP, 2012, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›