Acquisto Biglietti
VideoPass purchase

Márquez e Rossi, buona la prima

Esordio spettacolare del rookie di Repsol Honda Team, mentre Valentino Rossi è il primo inseguitore in una mattinata di test che non ha tradito le aspettative. Lorenzo e Pedrosa vicinissimi, le Ducati a due secondi.  

Partenza col botto? Forse è ancora presto per dirlo, ma fa specie vedere che dopo la prima mattinata di test siano, nell’ordine, Marc Márquez (Repsol Honda) e Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing) i primi della classe con i rispettivi tempi di 2’01.357 e 2’01.548.

I due secondi piloti di Honda e Yamaha, se così si possono definire un Campione del Mondo Moto2 in carica e uno che di campionati vinti ha perso il conto,  danno subito un segnale forte a chi, nel box, dovrebbe dettare legge. Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo non sono lontani, pochi millesimi dal tempo di Rossi, ma è comunque un dato di fatto importante.

Stefan Bradl (LCR Honda MotoGP), che ha iniziato a lavorare su elettronica e sospensioni della sua RC213V fa segnare il 5º tempo a meno di mezzo second dal leader. Nel pomeriggio la concentrazione si sposterà sui freni Nissin, unica componente diversa dalle factory. Dietro di lui Crutchlow, con un nuovo telaio e un nuovo motore da provare e il pilota di Go & Fun Honda Gresini Álvaro Bautista, sempre alla ricerca del miglior settaggio delle sue sospensioni Showa.

Da qui in poi le distanze si fanno importanti: esclusi i due test rider Nakasuka (lo ricorderete sul podio a Valencia lo scorso anno) e Akiyoshi, troviamo Nicky Hayden a praticamente due secondi di ritardo con la Ducati ufficiale, mentre il suo compagno Andrea Dovizioso è addirittura a 2,5 secondi. In mezzo a loro il rookie di Tech Bradley Smith.

Per la prima delle CRT non cambia, per ora, la musica 2012 con il duo di Power Electronics Aspar Team formato da Aleix Espargaró e Randy de Puniet sempre a dettare il ritmo. I piloti del team Pramac Ben Spies e Andrea Iannone sono gli ultimi tra i prototipi in 16ª e 17ª posizione, anche se non lontanissimi dai compagni di Ducati.

Dietro di loro spazio al collaudatore HRC Takumi Takahashi, seguito da Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Yonny Hernandez (Paul Bird Motorsport), Hiroshi Aoyama (Avintia Blusens) e  Claudio Corti (NGM Mobile Forward Racing). Esordio MotoGP™ anche per Bryan Staring (Go & Fun Honda Gresini), con Lukas Pesek (Came IodaRacing Project), Héctor Barberá (Avintia), Michael Laverty (Paul Bird Motorsport) e Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing) a completare il gruppo.

Tags:
MotoGP, 2013

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›